21
Sab, Apr

Azioni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Anche Spotify segue l'andamento negativo del settore tecnologico.....

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


a cura di Filippo A. Diodovich


Era stato un esordio brillante per il gruppo svedese della musica in streaming. Spotify aveva aperto la prima seduta al New York Stock Exchange a 165,90 dollari per azione con una capitalizzazione di mercato di 29,5 miliardi di dollari (il prezzo di riferimento era pari a 132 dollari), diventando la terza più grande IPO del settore hi-tech dopo Alibaba e Facebook. Una quotazione particolare per il gruppo fondato in Svezia da Daniel Ek e Martin Lorentzon. E’ stata, infatti, una vendita di azioni esistenti senza emettere quindi nuove azioni.

Il risultato straordinario di Spotify in Borsa è legato al timing della quotazione arrivata in un momento di forti turbolenze per il settore tecnologico dopo lo scandalo del Datagate di Facebook che ha appesantito i corsi di tutte le imprese del comparto. Osservando l’andamento delle ultime tre settimane Amazon ha perso il 18%, Netflix il 17%, Google/Alphabet il 15% e Apple il 10%. Ovviamente il peggiore è Facebook con la perdita di 20 punti percentuali passando da 185 dollari (valore registrato il 19 marzo) a 150 dollari.

Già ieri tuttavia il titolo dopo l’esuberante avvio ha perso terreno seguendo il debole andamento dell’intero comparto tecnologico chiudendo la prima sessione a 149 dollari per azione. L’avvio della seconda seduta a New York è ancora molto debole a 140 dollari, in forte ribasso rispetto alle quotazioni del giorno precedente ma tuttavia ancora leggermente superiore al prezzo di riferimento.

Fonte: IG

Unicredit Video

Video Analisi Giornaliera

Iscriviti alla Newsletter gratuita QUI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione