25
Sab, Nov

Commodities
Typography

Gli scambi di oro tra investitori privati sono diminuiti lo scorso mese, mentre dati di Google mostrano come i termini di ricerca "comprare Bitcoin" hanno superato quelli relativi a "comprare oro", in tutto il mondo..........

 

 

Se vuoi ricevere le principali notizie di TrendAndTrading.it iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente.



I quantitativi di oro scambiati dai clienti della compagnia su BullionVault – la piattaforma privata più grande al mondo per la compravendita di metalli preziosi – sono dimuniti di quasi un terzo nel mese di ottobre rispetto alla media dei dodici mesi precedenti, in ribasso del 31,5%.

Ad un ribasso dei prezzi, in genere, è corrisposto un aumento degli acquirenti nel 2017, ma il trend si è interrotto nel mese di ottobre con un -9,7% di acquirenti rispetto al mese precedente, nonostante il prezzo dell'oro sia diminuito in tutte le valute. Anche il numero di venditori è sceso pesantemente, in ribasso del 26,6%.

Il Gold Investor Index è salito dal dato di 54,5 del mese di settembre a 54,6 di ottobre.

prezzo medio oro dollari

Un indice pari a 50.0 indicherebbe un perfetto bilanciamento tra acquirenti e venditori durante il mese. Il Gold Investor Index toccò il picco di 71,7 nel settembre del 2011 al picco dei prezzi dell'oro.

In virtù dei continui massimi stabiliti dal mercato azionario americano giorno dopo giorno, non è una sopresa che i prezzi dell'oro siano scivolati. In questo momento i titoli azionari sembrano invincibili. Il processo in corso della Brexit non sta spaventando il FTSE, mentre la crisi determinata dalla voglia di indipendenza della Catalogna non ha minato le Borse europee che continuano ad essere rialziste.

Alcuni investitori sono distratti dal rumore che si sta creando attorno ai Bitcoin e alle criptovalute e ciò ha portato ad un ridotto interesse da parte di nuovi investitori nei confronti dell'oro, il più debole dalla fine del 2015. Solo il referendum nel Regno Unito e le elezioni americane sono state in grado di stimolare il metallo.

In valuta euro il prezzo è sceso dell'1,4% nel mese di ottobre su base media giornaliera, mentre in sterline è scivolato dell'1,8% ed in dollari del 2,7%.

Su Google Trends i termini di ricerca "comprare Bitcoin" hanno superato quelli di "comprare oro".

Gli investitori che hanno deciso di acquistare oro l'hanno fatto in grandi quantità. Ciò ha portato il totale di oro gestito complessivamente da BullionVault al record toccato in precedenza quest'estate.

Mentre gli investimenti in Bitcoin occupano le pagine dei giornali principali, l'oro ha fatto registrare importanti acquisti da parte di investitori istituzionali.

Il totale dei quantitativi fisici nella piattaforma di BullionVault sono saliti di 208 chilogrammi nel mese di ottobre, segnando il primo incremento netto in tre mesi, portando il totale a 37,9 tonnellate, appena al di sotto del record di 38,1 tonnellate del mese di luglio.

I quantitativi complessivi di argento, al contrario, sono rimasti invariati per il secondo mese di fila ad ottobre, al record di 689 tonnallate. Il numero di coloro che hanno acquistato è sceso abbastanza drasticamente, in ribasso del 22,1% rispetto al mese di settembre.

Il Silver Investor Index è quindi diminuito, passando dal dato di 52,3 di settembre a 51,6 di ottobre.

prezzo medio argento in dollari

La clientela privata di BullionVault ha incrementato di 56 tonnellate i quantitativi complessivi di argento fino a questo mese, rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Secondo quanto riportato da rivenditori al dettaglio americani e inglesi le vendite di monete e piccoli lingotti sta "scarseggiando". In entrambi i mercati ci si accinge a chiudere il decennio più deludente in termini di vendite.   

Al contrario, in Germania, sono aumentati del 37,4% gli acquisti di oro da parte di fondi trust quotati fino a questo momento, secondo i dati resi disponibili dal World Gold Council.

 

Fonte: BullionVault

Unicredit Video

Video Analisi Giornaliera

Iscriviti alla Newsletter gratuita QUI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione