17
Mer, Gen

Forex
Typography

Negli ultimi mesi le parole che sono state spese per il Bitcoin hanno offuscato quella che forse è la vera rivoluzione (parole scritte dall’Economist) che sta dietro Bitcoin e tutte le criptovalute in genere, ovvero il concetto di blockchain.......

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.



Autore: David Ruscelli - Forex Strategico

Ma cos’è la blockchain e soprattutto per quale motivo le istituzioni finanziari ed i cittadini privati potrebbero trarre grandi benefici da questa rivoluzione?

Una bella definizione trovata in rete di blockchain mi pare la seguente; la blockchain è un registro transnazionale sicuro, condiviso da tutte le parti che operano all’interno di una data rete distribuita di computer. Registra e archivia tutte le transazioni che avvengono all’interno della rete, eliminando in definitiva la necessità di terze parti fidate.

Abbiamo quindi di fronte un vero e proprio libro mastro in cui sono registrate delle transazioni. Ogni nodo del network svolge un ruolo nella verifica delle informazioni, inviandole al successivo in una catena composta da blocchi, blockchain appunto.

Il libro contabile risiede su un database che non risiede su server contrallati da qualcuno, ma che viene replicato su centinaia se non migliaia di computer in tutto il mondo. Il libro contabile è accessibile a tutti (quindi trasparente), ma soprattutto è impossibile falsificarlo.

Riduzione verticale di costi, ma anche e soprattutto possibilità di non essere costretti a fare riferimento a terze parti che facciano da garante, rappresentano (e rappresenteranno) il vero oro annidato nelle blockchain che grandi istituti finanziari hanno tutta la volontà di non farsi sfuggire per non vedersi tagliati fuori da uno dei più grandi business del futuro.

Un altro bell’esempio che spiega la blockchain e che abbiamo trovato in rete è quello che segue. Nel sistema Blockchain la sicurezza delle transazioni è garantita dall’utilizzo della crittografia a doppia chiave, pubblica e privata. Semplificando un po’, possiamo immaginare una transazione in Bitcoin come un pagamento che sfrutti una cassetta di sicurezza virtuale in cui il denaro può essere versato da chiunque possieda la chiave pubblica della cassetta (il compratore), ma riscosso solo da chi ne possiede la chiave privata (l’esercente). La chiave pubblica sarà visibile a tutti i nodi della rete Blockchain, cui spetta il compito di supervisionare ed approvare ogni nuova transazione. Quando la maggioranza dei nodi della rete di computer avrà approvato una transazione, questa si potrà dire effettiva e non sarà più revocabile.

Non esiste però solo la blockchain di Bitcoin, ma tante altre stanno nascendo, sia pubbliche ovvero accessibili a tutti, che private, ovvero accessibili solo ad utenti selezionati.

Dalla medicina, all’energia, fino al mondo della finanza l’utilizzo della blockchain è già una realtà. La novità ed originalità alla base della blockchain è legata al fatto che può essere usata come registro su cui regolare qualsiasi scambio di valore, non solo monetario; contratti, certificati, atti notarili, ma anche documenti di identità potranno essere  prodotti saltando l’intermediazione di terze parti come banche, notai ed altri professionisti, mantenendo però allo stesso tempo garanzie di certezza utili alla controparte per far avanzare tutto il processo in assoluta sicurezza. Nessuna operazione potrà essere modificata o cancellata senza il consenso della maggioranza dei nodi che compongono la rete.

Trasparenza, affidabilità, taglio dei costi, immodificabilità, sono alcuni dei pilastri che reggono quella che ormai in tanti definiscono la scoperta tecnologica più importante dopo internet.

 

Fonte: TrendAndTrading.it

Unicredit Video

Video Analisi Giornaliera

Iscriviti alla Newsletter gratuita QUI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione