TrendAndTrading.it

Societe Generale amplia la gamma di certificati Bonus

Marcello Chelli Societe Generale Corridor

Societe Generale amplia la gamma di certificati Bonus con 24 nuovi Recovery TOP Bonus su indici e azioni, con barriera solo a scadenza…..

Marcello Chelli, Co-Head Public Distribution di Societe Generale in Italia


Societe Generale amplia la sua gamma di Bonus Certificate (certificati a capitale condizionatamente protetto) quotando – a partire dal 15 febbraio sul SeDeX di Borsa Italiana – 24 nuovi Recovery TOP Bonus.

I nuovi strumenti consentono un’esposizione sugli indici FTSE MIB ed Euro STOXX 50 e ad alcune delle più scambiate blue chip del listino italiano: Banco BPM, FCA, Intesa Sanpaolo, Leonardo, Mediaset, Mediobanca, Saipem, Telecom, Unicredit e UBI Banca.

I nuovi certificati Recovery TOP Bonus si distinguono dai Recovery Bonus già negoziati da Societe Generale sul SeDeX in quanto la Barriera è attiva solo a scadenza (e non giornalmente).

Pertanto, anche un ribasso del sottostante al di sotto della Barriera, durante un certo momento della vita del certificate, non preclude la possibilità di ottenere il Bonus se la Barriera non è violata a scadenza.

Questi strumenti permettono di beneficiare della struttura tipica dei Bonus Cap Certificate, ma presentano un prezzo di emissione inferiore a 100 Euro, da qui il nome “Recovery”, ed un importo massimo di liquidazione a scadenza pari a 100 Euro lordi.

Questi certificati TOP Bonus prevedono a scadenza due possibili scenari di rimborso:

    Nel caso in cui il valore di chiusura del sottostante risulti superiore alla Barriera alla data di valutazione finale, viene corrisposto un importo lordo predefinito pari a 100 Euro che corrisponde ad ottenere un Bonus.

I Recovery TOP Bonus di SG, quindi, permettono di realizzare una performance positiva anche in caso di moderato ribasso del sottostante.

    Qualora, invece, la Barriera venisse raggiunta o superata al ribasso alla data di valutazione finale, i Recovery TOP Bonus riconoscono all’investitore un importo pari al valore nominale del certificato moltiplicato per la performance del sottostante rispetto al suo valore iniziale.

Gli strumenti che hanno come sottostante singole azioni prevedono scadenze brevi (dicembre 2019 e dicembre 2020), mentre sugli indici le scadenze sono di medio termine, essendo fissate per dicembre 2020 e giugno 2021.

Marcello Chelli, Co-Head Public Distribution di Societe Generale in Italia, ha commentato:

 “Questa nuova emissione di Recovery TOP Bonus, caratterizzati dall’osservazione della Barriera solo a scadenza (e non giornaliera), conferma la volontà di SG di soddisfare in maniera più puntuale le diverse esigenze degli investitori a seconda delle loro aspettative sulla volatilità del sottostante.

Tale caratteristica permette, infatti, di ottenere il Bonus a scadenza anche a fronte di un aumento della volatilità del sottostante durante la vita del certificato”.

SCADENZA DICEMBRE 2019

Sottostante

ISIN

Prezzo di Emissione / Valore Nominale

Rimborso Massimo

Valore iniziale del Sottostante (Strike)

Barriera

Scadenza

Banco BPM

LU1910338760

EUR 88,106

EUR 100

1,7262

1,15

17/12/2019

Fiat Chrysler Automobiles

LU1910339149

EUR 89,286

EUR 100

12,992

11,9

17/12/2019

Intesa Sanpaolo

LU1910339495

EUR 90,09

EUR 100

1,9754

1,47

17/12/2019

Leonardo

LU1910339651

EUR 90,09

EUR 100

8,552

7,32

17/12/2019

Mediaset

LU1910340071

EUR 92,593

EUR 100

2,554

2,38

17/12/2019

Mediobanca

LU1910339818

EUR 89,686

EUR 100

7,752

5,89

17/12/2019

Saipem

LU1910340238

EUR 87,336

EUR 100

3,887

3,53

17/12/2019

Telecom Italia

LU1910340402

EUR 91,743

EUR 100

0,472

0,37

17/12/2019

Unicredit

LU1910338927

EUR 88,889

EUR 100

10,236

7,84

17/12/2019

UBI Banca

LU1910340667

EUR 86,207

EUR 100

2,127

1,72

17/12/2019

 SCADENZA DICEMBRE 2020

Sottostante

ISIN

Prezzo di Emissione / Valore Nominale

Rimborso Massimo

Valore iniziale del Sottostante (Strike)

Barriera

Scadenza

Banco BPM

LU1910338844

EUR 83,682

EUR 100

1,7262

0,99

22/12/2020

Fiat Chrysler Automobiles

LU1910339222

EUR 85,47

EUR 100

12,992

10,43

22/12/2020

Intesa Sanpaolo

LU1910339578

EUR 85,47

EUR 100

1,9754

1,27

22/12/2020

Leonardo

LU1910339735

EUR 87,336

EUR 100

8,552

6,46

22/12/2020

Mediaset

LU1910340154

EUR 90,909

EUR 100

2,554

2,1

22/12/2020

Mediobanca

LU1910339909

EUR 84,746

EUR 100

7,752

5,16

22/12/2020

Saipem

LU1910340311

EUR 84,388

EUR 100

3,887

3,11

22/12/2020

Telecom Italia

LU1910340584

EUR 90,09

EUR 100

0,472

0,32

22/12/2020

Unicredit

LU1910339065

EUR 84,388

EUR 100

10,236

6,86

22/12/2020

UBI Banca

LU1910340741

EUR 80,645

EUR 100

2,127

1,51

22/12/2020

FTSE MIB

LU1910338331

EUR 88,889

EUR 100

19.351,9

15.650

22/12/2020

Euro STOXX 50

LU1910338505

EUR 90,498

EUR 100

3.135,62

2.690

22/12/2020

 SCADENZA GIUGNO 2021

Sottostante

ISIN

Prezzo di Emissione / Valore Nominale

Rimborso Massimo

Valore iniziale del Sottostante (Strike)

Barriera

Scadenza

FTSE MIB

LU1910338414

EUR 88,106

EUR 100

19.351,9

14.700

22/06/2021

Euro STOXX 50

LU1910338687

EUR 89,686

EUR 100

3.135,62

2.530

22/06/2021

 

Informazioni relative ai certificati Recovery TOP Bonus di Societe Generale

Emittente

SG Issuer

Garante

Societe Generale

Data di Emissione

  12.02.2019

Prima data di negozazione

15.02.2019

Lotto minimo di negoziazione

1 Certificato

Valuta

EUR

Periodicità osservazione per la verifica dell’evento Barriera

Alla data di valutazione finale (si fa riferimento al valore di chiusura del sottostante in tale data1)

Fonte: TrerndAndTrading.it

 

Articoli Simili

Vontobel amplia la gamma dei Certificati a Leva Fissa e quota i primi strumenti su Uber

Administrator

Societe Generale sei nuovi certificati Cash Collect

Administrator

Unicredit 36 nuovi Cash Collect Autocallable Worst Of

Administrator