TrendAndTrading.it

07/11 Titoli del giorno: Atlantia – Mediolanum – Luxottica – Eni – Telecom Italia – Banco Popolare

scacchi 1

Atlantia – Mediolanum – Luxottica – Eni – Telecom Italia – Banco Popolare…

FTSE MIB
L’indice FTSE MIB ha chiuso ieri a 19262 (+0,89%). Continua la fase di stallo in prossimita’ della resistenza posta a 19450/550. Per le prossime sedute: nuovi spunti rialzisti sopra 19550 con possibilita’ di ulteriori salite verso area 19800-20000 e a tendere la resistenza posta a 20400/600. La violazione di 18650 aprirebbe spazi a nuovi ribassi verso area 18250/350 e successivamente il supporto intermedio posto a 17850/950.

ATLANTIA (PC 16,16): Tentativo di consolidamento sopra area 15,90-16,00. Per le prossime sedute: nuovi spunti rialzisti sopra 16,55 con primo obiettivo 16,95-17,05 e successivamente la resistenza posta a 17,70/80. Ritorno di debolezza sotto 15,90 con possibilita’ di discese verso area 15,50/60 e a tendere il supporto posto a 15,20/30. Per l’infraday: probabile consolidamento sopra 16,06. Nuovi spunti positivi sopra 16,20 con obiettivo 16,40. Debolezza sotto 16,06, con obiettivo 15,86.

MEDIOLANUM (PC 6,31): Fase di stallo sopra area 6,18/20. Per le prossime sedute: nuovi spunti rialzisti sopra 6,60 con primo obiettivo area 6,80/85 e a tendere la resistenza posta a 7,10/15. Ritorno di debolezza sotto 6,18 con possibilita’ di discese verso area 5,94/98 e a tendere il supporto intermedio posto a 5,70/75. Per l’infraday: probabile consolidamento sopra 6,29. Nuovi spunti positivi sopra 6,35, con obiettivo 6,42. Debolezza sotto 6,29, con obiettivo 6,22.

LUXOTTICA (PC 39,02): Il rimbalzo tecnico delle ultime sedute ha condotto le quotazioni in prossimita’ della resistenza posta in area 40,15/25 dove sono scattate le prese di beneficio. Per le prossime sedute: nuova debolezza sotto 38,25 con possibilita’ di discese verso area 37,20/30 e a tendere il supporto posto a 36,40/50. Nuovi spunti rialzisti sopra 40,25 con primo obiettivo area 41,15/25 e successivamente la resistenza posta in area 41,80-42,00. Per l’infraday: probabile consolidamento sopra 38,82. Nuovi spunti positivi sopra 39,30 con obiettivo 39,72. Debolezza sotto 38,82, con obiettivo 38,40.

ENI (PC 18,26): Il rialzo delle ultime sedute ha condotto le quotazioni in prossimita’ della resistenza posta a 19,00/10 dove sono scattate le prese di beneficio. Per le prossime sedute: nuovi spunti rialzisti sopra 19,10 con primo obiettivo area 19,50/60 e a tendere la resistenza posta a 20,10/20. Perdita di spinta sotto 17,85 con possibilita’ di discese verso area 17,50/60 e a tendere il supporto intermedio posto a 17,05/15. Per l’infraday: probabile consolidamento sopra 18,14. Nuovi spunti positivi sopra 18,40, con obiettivo 18,60. Debolezza sotto 18,14, con obiettivo 17,94.

TELECOM ITALIA (PC 0,739): Il rialzo delle ultime sedute sta riconducendo le quotazioni verso l’area di resistenza posta a 0,770/780. Per le prossime sedute: nuovi spunti rialzisti sopra 0,780 con primo obiettivo area 0,810/815 e successivamente la resistenza posta a 0,850/855. Perdita di spinta sotto 0,695 con possibilita’ di discese verso area 0,670/675 e a tendere il supporto posto a 0,640/645. Per l’infraday: probabile consolidamento sopra 0,732. Nuovi spunti positivi sopra 0,752, con obiettivo 0,760. Debolezza sotto 0,732, con obiettivo 0,724.

BANCO POPOLARE (PC 1,394): Tentativo di consolidamento sopra area 1,380/400. Per le prossime sedute: nuova debolezza sotto 1,360 con possibilita’ di veloci correzioni verso area 1,310/330 e successivamente il supporto intermedio posto a 1,250/260. Nuovi spunti rialzisti sopra 1,490 con primo obiettivo area 1,580/600 e successivamente la resistenza posta a 1,680/700. Per l’infraday: probabile consolidamento sopra 1,380. Nuovi spunti positivi sopra 1,405, con obiettivo 1,420. Debolezza sotto 1,380, con obiettivo 1,365.

Fonte: Ufficio Studi Banca Sella

Articoli Simili

Corn weekly: nuovo segnale dopo il raggiungimento del target

Administrator

Amazon – abbassata la resistenza, prezzi in avvicinamento al target

Administrator

Amazon – scenario invariato dalla scorsa settimana

Administrator