TrendAndTrading.it

09-10 Wall Street Update

CALCOLATRICE

Continua l’alta volatilità, oggi direzionale, sui mercati. La sterlina, l’euro e le materie prime risultano essere le grandi protagoniste contro il dollaro americano, che è andato a rafforzarsi……

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Matteo Paganini – Chief Analyst FXCM Italia


di fronte a nuove discese sul fronte delle borse americane, le quali stanno andando a testare pericolosamente i supporti. Stasera avverrà la pubblicazione delle minute dell’ultimo meeting della Federal Reserve e la nomina di Janet Yellen come primo presidente donna della Federal Reserve, due eventi che non dovrebbero portare ad aumenti di volatilità particolari, mentre da stanotte potrebbero formarsi movimenti importanti sul dormiente dollaro australiano a causa dei dati relativi al mercato del lavoro dell’isola, che potrebbero portare a reazioni direzionali rialziste nel caso di buone notizie, ribassiste e consistenti di fronte a dati che dovessero disattendere le aspettative degli investitori (5.8% tasso di disoccupazione precedente e stimato). Domani non ci sarà il consueto appuntamento con la BCE (anticipato, come ricorderete a mercoledì scorso, un palco d’eccezione che ha permesso di assistere e lavorare sulle buone rivalutazioni provocate da Draghi sulla moneta unica europea) ma sarà il turno della BoE, che non dovrebbe cambiare di una virgola la politica mometaria in atto, il che non dovrebbe giovare sulla sterlina, in forte calo dopo i dati sulla produzione industriale e manifatturiera di stamane.

 

Fonte: FXCM Italia

Continua l’alta volatilità, oggi direzionale, sui mercati. La sterlina, l’euro e le materie prime risultano essere le grandi protagoniste contro il dollaro americano, che è andato a rafforzarsi di fronte a nuove discese sul fronte delle borse americane, le quali stanno andando a testare pericolosamente i supporti. Stasera avverrà la pubblicazione delle minute dell’ultimo meeting della Federal Reserve e la nomina di Janet Yellen come primo presidente donna della Federal Reserve, due eventi che non dovrebbero portare ad aumenti di volatilità particolari, mentre da stanotte potrebbero formarsi movimenti importanti sul dormiente dollaro australiano a causa dei dati relativi al mercato del lavoro dell’isola, che potrebbero portare a reazioni direzionali rialziste nel caso di buone notizie, ribassiste e consistenti di fronte a dati che dovessero disattendere le aspettative degli investitori (5.8% tasso di disoccupazione precedente e stimato). Domani non ci sarà il consueto appuntamento con la BCE (anticipato, come ricorderete a mercoledì scorso, un palco d’eccezione che ha permesso di assistere e lavorare sulle buone rivalutazioni provocate da Draghi sulla moneta unica europea) ma sarà il turno della BoE, che non dovrebbe cambiare di una virgola la politica mometaria in atto, il che non dovrebbe giovare sulla sterlina, in forte calo dopo i dati sulla produzione industriale e manifatturiera di stamane.

Articoli Simili

EUR USD Si prevede 1,1055

Administrator

EUR USD La tendenza resta al rialzo

Administrator

EUR USD 1,1100 previsti Pivot point 1,1065

Administrator