TrendAndTrading.it

14/10 Nuovi massimi dell’anno per Eurostoxx50

scacchi 5

Seduta moderatamente positiva per il Nasdaq C., che chiude a 3791 (+0,83%).
Il movimento rialzista in essere dai minimi del 16.11.2012 a 2810 si e’ sviluppato senza particolari correzioni ed ha recentemente portato l’indice a toccare ….

nuovi massimi di periodo a ridosso di 3800.
Per le prossime sedute. L’indice ha toccato nuovi massimi per l’anno (max 3819 il 02.10). La correzione in atto ha condotto le quotazioni al test di area 3680-3700 (min. 3650 il 10.10) la cui tenuta e’ importante per mantenere un’impostazione rialzista, con prossimo obiettivo l’area 3955/85 e a tendere la resistenza in area 4260/300. Perdita di spinta sotto 3680 (da confermare) con possibilita’ di ripiegamenti verso quota 3610. Il tono per le prossime settimane diventerebbe debole solo su discese al di sotto di 3550 (poco probabile) e ribassista alla violazione del forte supporto a ridosso di 3500 (improbabile).
Volatilita’ implicita Vxn: 17,19, in calo. Dai minimi di meta’ marzo a 11,34, il Vxn e’ risalito fino ad un picco a 19,95 il 18.04 per poi ripiegare con un minimo a 12,82 il 16.05. Dopo un forte rialzo con un picco a 21,44 il 24.06, inizia una veloce ridiscesa verso i minimi dei mesi precedenti (min. 12,36 il 13.08). Dai minimi di meta’ agosto e’ iniziata una risalita con un’accelerazione fino ad un massimo a 18,65 il 30.08 per poi ripiegare nuovamente (min 12,97 il 20.09). Ultimamente le quotazioni sono risalite toccando un nuovo picco a 22,20 per poi ripiegare. In peggioramento sopra area 23,20/80.

Seduta moderatamente positiva per il Dow Jones Ind., che chiude a 15235 (+0,73%).
Il rialzo pressoche’ lineare sviluppatosi dai minimi di meta’ novembre 2012 a 12471 ha spinto le quotazioni a toccare un nuovo massimo storico a 15542 il 22 maggio 2013 (sopra il precedente massimo storico pre-crisi finanziaria toccato l’11.10.2007 a 14198). Dai picchi a 15542 sono scattate le vendite, con un minimo il 24.06 a 14551. Il rimbalzo dai minimi di fine giugno ha riportato l’indice al test dei massimi di fine maggio in area 15500/550, superandoli marginalmente (max 15658 il 02.08), dove sono prevalsi i realizzi che hanno ricondotto le quotazioni a fine agosto a quota 14760, dove sono ritornati gli acquisti.
Per le prossime sedute. L’impulso rialzista partito dal minimo del 28.08 a 14760 ha condotto le quotazioni a registrare nuovi massimi storici a 15710 il 18.09 per poi ripiegare e portandosi al test di quota 14760 (min. 14720 il 10.10) la cui violazione aprirebbe spazi ad ulteriori ripiegamenti verso i minimi del 24 giugno a 14550. La tenuta di tale livello e’ necessaria per non compromettere l’impostazione dell’indice per le settimane a venire. Un chiaro segnale ribassista per i prossimi mesi si avrebbe comunque solo alla violazione del forte supporto in area 14250/400 (ancora prematuro). Eventuali rimbalzi dai livelli correnti incontrano una valida resistenza in area 15350/500; gli acquisti per le settimane a venire riprenderebbero solamente al superamento di 15710 (prematuro), con primo obiettivo del rialzo quota 16000.

Seduta positiva per l’S&P500, che chiude a 1703 (+0,63%).
Il rialzo pressoche’ lineare dell’indice sviluppatosi dai minimi di meta’ novembre 2012 a 1343 ha spinto le quotazioni a toccare un nuovo max storico a 1687 il 22.05.2013, superando cosi’ il precedente massimo storico del marzo 2000-ottobre 2007 in area 1555/76. Dai picchi a 1687 sono scattate le vendite, con un test del supporto in area 1575/95, marginalmente perforato (min. 1560 il 24.06). Il rimbalzo dai minimi di fine giugno ha riportato l’indice sopra i max di fine maggio a 1687, raggiungendo l’obiettivo indicato a 1700 (max 1710 il 02.08).
Per le prossime sedute. Dal massimo storico del 19.09 a 1730 e’ iniziato un movimento correttivo, che ha ricondotto le quotazioni in prossimita’ del supporto posto 1625/35 dove sono tornati gli acquisti. Rinnovata debolezza sotto 1625, con una possibile ripresa delle vendite verso 1590-1600 e quindi (prematuro) a testare i minimi del 24 giugno in area 1560/75, la cui tenuta e’ necessaria per non compromettere l’impostazione dell’indice per i mesi a venire. Nuove spinte rialziste sopra 1730 (prematuro), con primo obiettivo area 1760/80.

Volatilita’ implicita Vix: 15,72. Dai minimi di meta’ marzo a 11,05, il Vix e’ risalito fino ad un picco a 18,20 il 18.04, per poi ripiegare verso 12,25 a meta’ maggio. Dopo un forte rialzo con un picco a 21,91 il 24.06, inizia una veloce ridiscesa verso i minimi di mesi precedenti (min. 11,83 il 05.08). Dai minimi di inizio agosto e’ iniziata una risalita con un’accelerazione fino ad un massimo a 17,81 il 30.08 per poi ripiegare verso i minimi (min 12,52 il 20.09) e nuovamente risalire per testare area 22,30-23,30 per poi ripiegare. Nuove tensioni sopra 23,30.

Seduta leggermente positiva per il DJEuroStoxx50, che chiude a 2974 (+0,17%).
Dopo un avvio d’anno in rialzo, con un massimo a 2755 il 30.01, e’ iniziata una fase correttiva conclusasi col minimo di meta’ aprile a ridosso di 2540. Il forte rimbalzo sviluppatosi dai minimi di meta’ aprile ha consentito il superamento dei precedenti picchi del 30.01.2013 a 2755, con un salita veloce a testare la resistenza a 2850: l’indice tocca un nuovo massimo per l’anno il 28.05 a 2851. Dai picchi di fine maggio a 2851 inizia una marcata correzione, con un’accelerazione alla perforazione di 2650 ed una ridiscesa sotto i minimi di meta’ aprile a 2540 (min 2495 il 24.06; -12,5% dai max). Il rimbalzo dai minimi di fine giugno ha riportato le quotazioni in prossimita’ dei picchi dell’anno, toccati a fine maggio, superandoli marginalmente (max. 2856 il 14.08), per poi ripiegare verso 2720.
Per le prossime sedute. Dai minimi di fine agosto a 2720 si e’ sviluppato un rally che ha portato le quotazioni a registrare i nuovi massimi dell’anno. Finche’ le quotazioni rimangono sopra 2855 l’impostazione rimane positiva, con una probabile una continuazione del rialzo verso la resistenza a quota 3000, sopra cui (prematuro) si proporrebbe il test della resistenza chiave in area 3077/150, il cui superamento rimane necessario per avere un segnale rialzista in ottica strategica. Perdita di spinta sotto 2800, ma rinnovata debolezza solo alla perforazione del forte supporto in area 2700/20 (poco probabile).

Fonte: Ufficio Studi Banca Sella

Articoli Simili

DAX Tendenza al rialzo sopra 12835,00

Administrator

DAX Consolidamento. Pivot point 12730,00

Administrator

DOW JONES breve e medio lungo periodo 18 Ottobre 2019

Administrator