TrendAndTrading.it

22/03 X: Morning Analysis: Segni meno in tutta Europa, Piazza Affari tiene

7 SOLDI

Il future peggiore questa volta è stato il Cac40 di Parigi (-1.43%), prossimo al punto e mezzo percentuale di ribasso, a seguire Francoforte (-0.87%) che ritorna così in prossimità dei minimi dell’ottava, vendite anche per Madrid (-0.77%) ed infine Londra (-0.69%)……....

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Riesce a contenere le perdite rispetto alle altre borse Piazza Affari che chiude sì in negativo ma “solo” di mezzo punto. Sul mercato forex non si è registrata particolare volatilità nè tantomeno direzionalità: l’eurusd si mantiene in prossimità dei minimi di periodo in area 1.29, vicino ancora ai massimi dell’ottava il cable in prossimità però di importanti resistenze. Si rafforza lo yen sia nei confronti del dollaro americano che della valuta europea dopo che il Presidente della BoJ non ha chiarito come contrastare il rischio inflazione in seguito alla politica lassista proposta qualche settimana fa. Lo Spread Btp-Bund si mantiene stabile a 321 bp..

Dopo le parole della vigilia di Ben Bernake in cui ha affermato che il programma di Qe rimarrà inviariato anche per i prossimi mesi ieri Wall Street, nonostante queste rassicurazioni, ha visto prevalere delle prese di beneficio definendo così una seduta in tono negativo con una chiusura inoltre sui minimi intraday: il peggiore è l’indice tecnologico Nasdaq (-0.97%) in calo di quasi un punto, a seguire S&P500 (-0.83%) ed infine il DJ (-0.62%).        

Tornando a Piazza Affari ieri in vetta al nostro listino troviamo due popolari trattasi di Ubi Banca (+2.86%), Bper (+2.30%), a seguire A2a (+2.01%), Popolare di Milano (+1.93%) ed infine Finmeccanica (+1.87%). In rosso, in fondo al nostro paniere, troviamo il titolo del risparmio gestito Mediolanum dove prevalgono le prese di beneficio in seguito alla pubblicazione di una trimestrale veramente da record, vendite anche su Parmalat (-2.87%) giunta a contatto con importanti resistenze, rosso per Stm (-2.84%), Azimut (-2.53%) e Ferragamo (-2.17%).

Per la giornata odierna dal punto di vista macroeconomico sul fronte Usa non sono previsti dati macroeconomici di rilievo. Sul fronte europeo l’attenzione degli investitori sarà focalizzata sulla pubblicazione dell’indice Ifo tedesco in agenda alle ore 10.00, attese riviste in salita a 107.8 punti. Sul fronte societario a Piazza Affari verranno pubblicate le trimestrali di alcune società e media e piccola capitalizzazione tra le quali Class Editori, Compagnia Immobiliare azionaria, Ergycapital, GasPLus, Hera, Management & Capitali, Mid Industry Capital, Panariagroup, Retelit e Trevi Fin.


Discaimer: X- Trade Brokers Dom Maklerski non è responsabile di eventuali decisioni di investimento che vengono prese sotto l’influenza delle informazioni ricevuta tramite questa email. Nessuna delle informazioni presenti può essere considerata come una raccomandazione, promessa o garanzia che l’investitore otterrà un profitto o minimizzare i rischi tramite l’utilizzo di informazioni presenti o come un invito ad investire su strumenti finanziari di cui non si ha una conoscenza appropriata.
Le transazioni in CFD sono ad alto rischio e possono causare perdite superiori l’investimento iniziale. Negoziare con le opzioni e contratti a termine richiede conoscenza degli strumenti finanziari e senso di responsabilità. 

Fonte: XTB

Articoli Simili

GOLD 18 Settembre 2019

Administrator

DAX Pivot point (livello di invalidazione): 12449,00

Administrator

EUROSTOXX 50 17 Settembre 2019

Administrator