TrendAndTrading.it

29/07 Passaggio a Nord-Ovest

0 CALCOLATRICE

A differenza di quel che alcuni probabilmente pensano, dei mercati, almeno oggi, diremo poco o niente. Non vogliatecene, ma quando non s’ha nulla d’intelligente da dire, meglio non far perdere tempo a chi può trascorrerlo diversamente …


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


di Edoardo E. Macallè – NIKKAIA Strategie


(ed in questo periodo ci sono molti modi per spender il proprio tempo senza esser subissati da parole inutili). Il problema è che s’è giunti ad un momento topico dei mercati, ed in particolare sul nostro, ma non è possibile proiettarsi oltre lo stesso, giacché “l’esito delle cose” non è poi così scontato come si potrebbe forse credere:
– la chiusura del mese di luglio, infatti, potrà aprirci (del tutto) o chiuderci (in faccia) alcune porte che, a propria volta, potrebbero darci o negarci la possibilità di far “altre cose” nel mese d’agosto.
D’altra parte, e come spesso noi si ripete, i mercati sono un po’ come il biliardo:
– “un gioco di percorso a probabilità condizionata” in cui gli eventi possono dar luogo ad altri eventi, o negarne ogni possibilità, in ragione dei risultati ottenuti in precedenza.
E giacché nei giochi a “probabilità condizionata” quest’ultima è sempre il “prodotto” (e non quindi la somma!) delle diverse probabilità che spettano ad ogni singola tappa del percorso assunto, è evidente che, “per saperne di più”, non possiamo prescinder affatto dai risultati ottenuti in precedenza: un risultato nullo, infatti, rischierebbe d’annullare l’intera catena d’eventi attesi (…o sperati).
Facciamo un esempio concreto che potrà chiarirvi ancor meglio quant’affermato sin qui. Lo scorso 11 luglio noi s’era affermato:
La soglia che, sul FTSE-MIB, si dovrà metter sotto osservazione è 15960p: qualora il nostro mercato riuscisse a portarsi stabilmente oltre quest’ultima, la cosiddetta “armonia del valore attuale” sui Percorsi Mensili si tingerebbe di verde. Sarebbe un segnale importante, quasi decisivo per le attese ottimistiche che noi si nutre nel trimestre in corso. Ovviamente, il segnale sarà tanto più decisivo quanto più lontano, dalla soglia indicata, il nostro mercato saprà portarsi! Importante, tuttavia, sarà anche la chiusura di luglio perché la stessa non dovrà allontanarsi troppo dai massimi segnati in corso di mese.
V’è comunque una soglia che, violata al rialzo in chiusura di mese, ci consentirebbe di credere con buoni motivi ad ulteriori allunghi nella seconda parte dell’estate:
– se il nostro mercato, infatti, fosse in grado di chiudere il mese di luglio oltre i 16600 punti, vi sarebbero ottime chances di riuscire ad invertire al rialzo il Percorso Mensile fin dal mese d’agosto ed un allineamento, al rialzo, del Percorso Mensile con quello Trimestrale (che già oggi è al rialzo…) potrebbe innescare quel meccanismo virtuoso che da troppo tempo manca al nostro mercato.
Venerdì, il nostro mercato s’aggirava a cavallo dei 16450p (con un massimo a 16537p): ad un sol punto percentuale dalla soglia topica (16600p) e ancor tre giorni per violarla.
In ragione di quant’avvenuto nei giorni precedenti (+6% in soli otto giorni!), l’esito finale potrebbe anche considerarsi del tutto scontato, ma nei fatti non è così:
– nei fatti è come se non si fosse fatto nulla, o quasi, perché quant’avvenuto ci ha messo, sì, a disposizione “buone probabilità” di centrar l’obiettivo, ma nessuna certezza sull’esito del tentativo.
E’ vero, sin allo scorso 18 luglio non v’erano neppure le buone probabilità che s’hanno oggi, ma oltre questo non si può dir nulla. Credeteci: ci si muove in un quadro ben diverso da quel che s’aveva il 14 luglio, quando potevamo permetterci d’affermare:
Ormai è solo questione di giorni e poi dovremmo assister ad un allineamento al rialzo tanto dei Percorsi Giornalieri quanto di quelli Settimanali. Quanti giorni?… Non è possibile dirlo con precisione: alla luce di quel che mostrano i Percorsi Giornalieri, di certo non sarà prima di giovedì 18…
Ebbene: era proprio lo scorso 18 luglio che il nostro mercato riusciva a portarsi oltre la prima soglia topica, quei 15960p che, una volta violati al rialzo, ci hanno poi dato la possibilità di avvicinarci ai 16600p. La differenza sostanziale, tuttavia, rispetto a quel che si poteva dire il 14 luglio [allora, infatti, si dava come del tutto scontata una violazione dei 15960p per tempo (“solo questione di giorni”)], è che oggi non s’ha alcuna certezza e non s’ha, per un quasi incredibile gioco del destino, proprio a motivo di quei Percorsi Giornalieri che all’epoca, invece, giustificavano ampiamente il nostro ottimismo.
D’altra parte, è proprio quel che noi s’era scritto già mercoledì scorso:
Quel che conterà non saranno affatto le prossime due sedute, quanto le prime tre della prossima settimana e, sugli attuali livelli, i Percorsi Giornalieri non potranno certo, in quei giorni, dare una mano ai corsi del nostro mercato. Anzi: parrebbe proprio che abbiano tutte le intenzioni di volersi metter di traverso…
Se la chiusura di luglio, anziché mercoledì prossimo, fosse coincisa con la chiusura della settimana, avremmo forse speso qualche elemento d’ottimismo in più nei suoi riguardi: il Percorso Settimanale, infatti, non sta per niente male (anzi…), ma a metà settimana l’influenza di quest’ultimo è poca cosa, a differenza del Percorso Giornaliero che, almeno sino alla mattina di mercoledì, sarà l’autentico padrone della scena. Nel caso specifico, poi, il Percorso Mensile potrà invero nulla perché è troppo incerto ed attende solo una spinta “decisiva” dai percorsi altrui… Non parliamo, poi, del Percorso Trimestrale che, sin alla meta di settembre, potrà certamente aiutarci a non sbracare, ma cui non serve chieder altro tipo di sostegno perché del tutto incapace di fornirlo, almeno sino all’ultimo 20% del trimestre…
Insomma, comunque si vogliano guardar le cose, è sempre e solo al Percorso Giornaliero che dovremo guardar nei prossimi tre giorni:
29072013 1

Come si può veder qui sopra, le previsioni per le prossime due sedute non promettono alcuna violazione convincente d’area 16600p:
– i corsi, infatti, parrebbero più che altro destinati ad oscillar tra i 16200 ed i 16500 punti,
– più verso il basso che non verso l’alto (tra l’altro!), al punto che se domani, a cavallo delle ore 16.00, il nostro mercato dovesse ritrovarsi a ridosso dei 16600p, il sistema aprirebbe delle posizioni al ribasso, per un trading da chiudere, in brevissimo tempo, a cavallo dei 16420p [vedi “Previsione Operativa sull’ultimo 20% della seduta del 29/07/2013”].
D’altronde, tutti i principali indicatori stocastici giornalieri hanno un aspetto tutt’altro che “gaudente”:
– la tendenza prevista su Impulso, Movimento ed Inerzia, per martedì 30 luglio, è con tutt’evidenza al ribasso, con le curve posizionate come peggio non si potrebbe…
– con l’Impulso che trascina al ribasso il Movimento e quest’ultimo che, a propria volta, trascina al ribasso l’Inerzia e con tutti i Delta (le distanze) tra le tre curve che parrebbero destinate ad allargarsi ulteriormente durante i giorni della discesa.
Un qualche spiraglio positivo potrebbe giungerci dalla caduta, prevista per martedì, in Fase 6 (fase ad alto rischio ma, spesso, anche dal possibile alto rendimento), tuttavia, sulla stessa non potremo far alcun affidamento prima di mercoledì e solo nel caso che si saranno create le condizioni per assistere ad un possibile “alto rendimento” (cosa che, allo stato, parrebbe invero poco probabile perchè l’Impulso dovrebbe scaricarsi ben più di quel che si prevede oggi: martedì, infatti, lo stesso è atteso a cavallo dei 40p).

29072013 2 

Molto, però, dipenderà dalla chiusura di seduta: fosse prossima ai minimi di giornata…
Come dite?… Fortuna che noi s’era esordito dicendo che avremmo scritto poco sui mercati?… Beh, si vede che tra le pieghe delle nostre analisi abbiamo trovato almeno alcune cose “intelligenti” da poter dire sul mercato azionario italiano…

Articoli Simili

DAX Tendenza al rialzo sopra 12835,00

Administrator

DAX Consolidamento. Pivot point 12730,00

Administrator

DOW JONES breve e medio lungo periodo 18 Ottobre 2019

Administrator