TrendAndTrading.it
Image default

Analisi Forex del 28 ottobre 2018

Forex. Internazionalmente, sembra essere vista negativamente le manovra economica dell’Italia mentre altri guardano positivamente al futuro dell’Unione Europea……..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


In questo binomio nasce l’incertezza e da qui il comportamento insicuro dei mercati.

Infatti gli investitori corrono ai ripari, se mai ce ne fosse bisogno e, i grafici testimoniano quanto accade.

Oltre la tensione Italia – U.E. c’è la tensione America – mercati asiatici.

La politica economica del governo statunitense ha creato, con i dazi e altri bracci di ferro con vari paesi, soprattutto Cina, reazioni che vedono crescere incertezze.

Pechino, sembra voglia scongiurare un deprezzamento della loro moneta oltre la soglia equivalente a 7 Dollari, soglia chiave per le dinamiche economico-fiscali cinesi.

Lo Yuan è fortemente condizionato dalle attività della banca centrale.

Gli indici borsistici principali che riguardano Europa e Stati Uniti continuano a segnare dei forti ribassi, andando violare i supporti evidenziati la scorsa settimana.

analisi settimanale forex 28 ottobre 2018

L’attività del settore manifatturiero e dei servizi del vecchio continente, ha presentato in settimana un rallentamento significativo, più di quanto previsto dagli analisti.

Mentre è salito il numero delle richieste del sussidio di disoccupazione negli stati a stelle e strisce, anche qui andando oltre le previsioni.

Sui fronti delle materie prime, il petrolio si trova nuovamente sulla soglia di controllo in zona 66 Dollari al barile, dopo la discesa di metà settimana.

L’oro invece continua ad attirare investitori che timidamente, suddividono i loro capitali verso gestioni più prudenziali.

Dunque scenari in mutamento ma non ancora significativi, come ha detto nella recente conferenza stampa della FOMC, Richard Clarida.

Panoramica mercato Forex

EUR/USD H4

EURUSD

Cambio debole nel medio e breve periodo, influenzato anche dalla conferenza stampa di Draghi. Comunque situazione da seguire che rimarrà invariata se il prezzo dovesse continuare sotto la soglia dell’1.1440.

GBP/USD daily

Dollaro Americano

Il Cable taglia quota 1.2920 scendendo ulteriormente e recuperando poco solo di venerdì. Scenario ribassista che continua nel medio periodo.

USD/CAD H4

USDCAD

Biglietto verde forte anche contro il canadese che però non viola la fascia di resistenza importante attorno a quota 1.3130 e viene respinto di ben 90 punti in poche ore. Da valutare con attenzione.

NZD/USD daily

FOMC

Deciso trend ribassista da lungo periodo che mostra sul weekly come la price action abbia reagito al supporto in zona 0.6400; senza però cambiare l’attuale scenario.

Usiamo il daily per evidenziare l’andamento.

GBP/JPY H4

Yen

Sterlina debole che potrebbe però generare prese di profitto per eventuali shortisti e portare a generare occasioni di acquisto nel breve. Per ora il medio e lungo periodo rimangono influenzati dalla forza dello Yen e questa, dovrebbe rimanere la direzione principale sul quale gestire l’operatività.

Buona settimana e buon trading!

Alessandro Vitali

Fonte: Trendandtrading.it- ProfessioneForex

Articoli Simili

Analisi dei principali Cross Valutari : USD/CAD Sotto pressione

Administrator

Analisi dei principali Cross Valutari : EUR/USD Sorveglianza 1,1400

Administrator

Benetazzo: Le balene del bitcoin

Administrator