TrendAndTrading.it
Image default

BF: Brexit e GbpUsd- sei mesi dopo

Il cambio GbpUsd ha iniziato questa settimana all’insegna delle debolezza, nonostante il dollaro non abbia mostrato particolare forza nei confronti della altre principali valute,………..

 

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

dopo che il primo ministro inglese Theresa May nel corso del week end ha dichiarato di non essere interessata a mantenere alcun residuo di appartenenza UE. Nel corso della prima intervista dell’anno la May ha affermato che il Regno Unito si è trovato davanti ad un bivio: limitare l’immigrazione o avere un accesso libero al mercato unico europeo. La scelta che è stata presa è ormai nota a tutti. I toni, piuttosto ruvidi, hanno fatto riemergere timori di un’ uscita “dura” del Regno Unito dall’UE. Gli operatori hanno quindi atteso l’apertura del mercato di ieri sera per tornare a vendere Sterline, spingendo il cambio GbpUsd a toccare i minimi di periodo.

10012017

Le vendite sono state in parte contenute dalla rapida reazione del primo ministro che, prontamente, è tornato sull’argomento dichiarando che il mercato ha sbagliato nell’interpretare le sue parole dal momento che queste non avrebbero contenuto alcun di riferimento verso quello che viene definito come un “hard-Brexit”. Nelle sue intenzioni vi sarebbe stata solamente la volontà di sottolineare il fatto che gli inglesi hanno preferito frenare l’immigrazione piuttosto che mantenere la possibilità di accesso al mercato unico europeo.

Nel frattempo il risultato del referendum di giugno che ha portato alla Brexit ha avuto l’effetto collaterale di alimentare i fuochi secessionistici scozzesi: il primo ministro Sturgeon ha voluto ribadire che la Scozia è pronta a proporre un referendum per staccarsi dal Regno Unito e tornare in Europa.

L’argomento Brexit continuerà ad essere un importante market mover anche nel corso del 2017,per il fatto che, a 6 mesi dal referendum, ancora non sono chiare le modalità con le quali il Regno Unito e l’Europa ufficializzeranno il loro divorzio. In virtù di questo mantenere posizioni di lungo periodo sul cambio GbpUsd, e più in generale sulla Sterlina, continuerà a rappresentare un pericolo anche per i prossimi mesi.

 

Autore: Bonetti Financial

Articoli Simili

BF: Focus EurUsd

Administrator

BF: USD, FED e tassi di interesse

Administrator

BF: FX e banche centrali: RBNZ e BoE

Administrator