TrendAndTrading.it

BF: Giappone: prospettive economiche migliorate

Il governo giapponese ha, per la prima volta dall’inizio del 2015, corretto al rialzo la propria valutazione rispetto all’economia adottando in questo modo un tono più ottimistico che in passato…………

 

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

Nel particolare, le migliorate proiezioni riguardano i consumi interni, la fiducia delle imprese e le esportazioni. I comparti migliorati sono quindi diversi tra loro ma tutti di estrema importanza per lo stato di salute di una economia che, non va dimenticato, è la terza più grande del Mondo dopo Stati Uniti e Cina.

Il ritrovato ottimismo del governo arriva, tra l’altro, solamente un giorno dopo che la Bank of Japan aveva deciso di mantenere stabile la propria politica monetaria (non ritenendo quindi più necessario allentarla) e comunicato un miglioramento in corso sia nelle esportazioni che nel ritmo di produzione.

Nella valutazione complessiva dell’economia giapponese non va mai dimenticato un enorme punto di forza rispetto, in maniera più o meno grande, a quasi tutti gli altri paesi del Mondo e cioè il bassissimo tasso di disoccupazione. Basti pensare che questo dato, all’apice della crisi finanziaria, aveva avuto un picco massimo di poco superiore al 5,5% mentre ora è tornato ad attestarsi intorno al 3%. Ciò rappresenta un enorme punto di forza perché un’economia con un cosi basso tasso di disoccupazione, oltre a costare meno al governo che quindi ha maggiori risorse da investire, mette in condizione praticamente tutti di avere la possibilità di avere denaro da spendere e non è difficile capire quanto ciò sia importante per i consumi.

21122016 1

Nonostante il rapporto del governo abbia voluto mantenere ancora un tono di cautela, si nota come questo sia ora incentrato unicamente su fattori esterni al paese dal momento che i riferimenti in tal senso sono stati focalizzati sulle incertezze che potrebbero crearsi a livello globale.

21122016 2

Certo, crescita e inflazione continuano a rimanere decisamente troppo deboli per fare grandi proclami e la politica monetaria molto aggressiva della Bank of Japan dimostra ancora la necessità di avere aiuti esterni ma è indubbio che i primi segnali positivi si stiano iniziando a vedere e quando l’ottimismo pare ritornare sulla terza economia mondiale, in un mondo globalizzato come quello in cui viviamo, non può che essere una buona notizia per tutti.

Autore: Bonetti Financial

Articoli Simili

BF: Focus EurUsd

Administrator

BF: USD, FED e tassi di interesse

Administrator

BF: FX e banche centrali: RBNZ e BoE

Administrator