TrendAndTrading.it

Brexit: Prezzare BoE nel migliore dei casi

economia tedesca guerra commerciale try nzd aud inr zar gbp jpy yen nzd brexit

Brexit: Prezzare BoE nel migliore dei casi. Nessuna sorpresa degna di nota sul fronte della sterlina britannica. La GBP ha tratto vantaggio da un rialzo passeggero dopo che la Banca d’Inghilterra (BoE) ha mantenuto….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


By Vincent Mivelaz – SwissQuote


l’intenzione di alzare i tassi d’interesse, mantenendo il suo tasso di riferimento invariato allo 0,75%.

Sebbene il governatore della BoE abbia confermato il disallineamento esistente fra lo scenario ottimistico della banca centrale e le alternative dei mercati finanziari riguardanti la transizione per la Brexit, troviamo conferma del fatto che la BoE faccia fatica a convincere gli investitori che un aumento degli oneri finanziari è la strada giusta da tenere in considerazione.

La BoE ha assunto da tempo un’impostazione da falco, alzando i tassi d’interesse due volte dal minimo del referendum sulla Brexit dello 0,25%.

Tuttavia, le incertezze sulla Brexit hanno ristretto il suo margine di manovra.

L’elezione di un nuovo primo ministro conservatore sta assumendo contorni più chiari; due candidati, il ministro degli Affari esteri in carica Jeremy Hunt e il suo predecessore Boris Johnson, parteciperanno alla sfida finale che inizia la settimana del 22 luglio 2019.

Jeremy Hunt ha una linea simile a quella della premier May, ma i sondaggi tendono a sostenere il fautore della Brexit Boris Johnson, per cui aumentano i rischi di una Brexit dura; inoltre, i rialzi di breve termine della GBP dovrebbero diventare negativi quando la BoE cambierà il suo linguaggio per spostarsi su un’impostazione più neutrale.

Un recente sondaggio pubblicato da EY conferma che nel paese il sentiment degli investitori è in calo: metà delle società finanziarie intervistate ritiene che nei prossimi tre anni l’attrattiva del Regno Unito diminuirà sulla scia dei timori legati alla perdita dell’accesso al mercato UE e alle restrizioni in materia di mobilità dei lavoratori.

Alla luce degli sviluppi attuali, vediamo poche argomentazioni a favore di un rialzo del tasso nell’anno in corso.

L’IPC di maggio è tornato al 2% (precedente: 2,10%) e nell’attuale contesto economico è meno probabile un’accelerazione.

Nelle condizioni attuali, raccomandiamo un’impostazione ribassista sulla coppia GBP/USD.

Fonte: TrendAndTrading.it

Articoli Simili

Petrolio tengono i prezzi

Administrator

USD giù di corda, gli investitori valutano le prospettive dei tassi

Administrator

Fed da una spinta alle valute delle materie prime

Administrator