TrendAndTrading.it

BV: Balzo dell’oro sui 1.126€/oz all’apertura del mercato in Asia, poi prezzo al minimo di 6 mesi

Il prezzo dell’oro è salito durante gli scambi in Asia, come reazione immediata al risultato del referendum in Italia che ha visto il no prevalere sul si (59,11% contro il 40,89%)……
 

 

Se vuoi ricevere le principali notizie di TrendAndTrading.it iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}


Il contratto sull’oro con consegna a febbraio – il più attivo nel Comex di New York – aveva toccato i 1.190,20 dollari per oncia, in rialzo di oltre l’1% rispetto alla chiusura di venerdì, in virtù dei timori in aumento sulla stabilità della zona euro.

La vittoria del no e un sistema bancario in agitazione e a rischio insolvenza fanno crescere le preoccupazioni dei mercati. Le regole europee proibiscono all’Italia di richiedere prestiti al governo della stessa portata di quelli concessi dal governo degli Stati Uniti durante la crisi finanziaria del 2008.

Alcuni analisti affermano che nonostante il prezzo dell’oro non abbia subito particolari scossoni dopo il referendum in Italia, il metallo potrebbe assumere una posizione interessante a lungo termine, sopratutto in funzione dei cambiamenti politici che potrebbero interessare una delle nazioni che ha assunto un ruolo di primaria importanza nella costruzione dell’Unione Europea.

Il 2017 potrebbe essere un anno rialzista per l’oro vista l’incertezza geopolitica e la diffusione di movimenti populisti che spingono per cambi radicali.

La situazione delle banche in Italia preoccupa tutta l’Eurozona. Renzi stava lavorando ad una soluzione di mercato che consentisse la ricapitalizzazione delle banche in serie difficoltà, ma il risultato del referendum rischia di far venire meno tutte le soluzioni al vaglio.

I mezzi di comunicazione affermano che almeno otto banche versano in una situazione ad alto rischio fallimento, se non viene trovata una soluzione immediata.

La reazione del metallo al voto del referendum è stata in lieve rialzo con un picco oltre i 1.126 euro per oncia all’apertura degli scambi in Asia, rispetto al livello di chiusura di venerdì che era stato di 1.104 euro per oncia. Il prezzo dell’oro è successivamente sceso al minimo di sei mesi a 1.095€/oz alle 9:47 (GMT) del mattino, durante gli scambi a Londra.

“Il fatto di maggiore importanza, se avverrà, sarà lo scioglimento delle camere e la decisione delle elezioni generali in Italia”, ha affermato Daisuke Karakama, Chief Market Economist della banca Mizuho di Tokio.

“Le elezioni in Olanda, Francia, Germania e Italia terranno sotto pressione l’euro, moneta che potrebbe raggiungere il cambio di 1,02 dollari tra i mesi di gennaio e marzo”, ha concluso.

 

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

Oro instabile con i progressi Brexit e Guerra Commerciale

Administrator

ORO ($) Supporto intraday intorno a 1488,00

Administrator

PETROLIO (WTI) Il rialzo prevale

Administrator