TrendAndTrading.it

BV: L’oro tocca il minimo di oltre cinque mesi, prezzo sotto i 1.205$/oz

L’oro ha toccato il minimo di oltre cinque mesi in chiusura di scambi a New York nella giornata di ieri. Il prezzo ha proseguito il suo percorso ribassista durante la mattinata di scambi a Londra, con il bene rifugio che è andato sotto i 1.205 dollari per oncia alle 9:30am (GMT)…
 

 

Se vuoi ricevere le principali notizie di TrendAndTrading.it iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}


Il bene rifugio è da ieri sotto pressione per le dichiarazioni di Janet Yellen durante la riunione della Federal Reserve per il mese di novembre. 
 
Nell’affermare che l’incremento dei tassi di interesse potrebbe avvenire “relativamente presto”, gli operatori di mercato lo danno ormai certo per il mese di dicembre, esattamente a un anno di distanza dall’ultimo incremento avvenuto.
 
Il FedWatch Tool del CME Group colloca le possibilità attuali di un incremento nel prossimo mese al 90,6%. 
 
Il dollaro ha proseguito nel suo percorso di rafforzamento contro le principali valute internazionali. 
 
Il guadagno della valuta americana contro l’euro – che vede quest’ultima scambiata al minimo dal mese di gennaio proprio contro il biglietto verde – è stato di oltre il 3% dalla vittoria delle elezioni americane da parte di Trump.
 
Nella giornata di ieri i rendimenti a due e a dieci anni dei titoli di Stato americani sono saliti dell’1,03 e del 2,27% rispettivamente, favorendo le vendite.
 
Il prezzo dell’oro è sceso di circa il 9% dal picco toccato il giorno delle elezioni americane a 1.337 dollari per oncia.
 
Gli investitori per adesso stanno mantenendo le loro posizioni sull’oro abbastanza stabili ed i prezzi attuali potrebbero favorire degli acquisti, riporta Reuters.
 
In India, in settimana, il premio sui prezzi dell’oro è salito al massimo di due anni. Gli acquisti di oro da parte dei rivenditori è aumentato a seguito delle paure di una possibile riduzione delle importazioni di metallo da parte del governo e delle misure stabilite dall’amministrazione centrale nella lotta al denaro sporco, che ha messo fuori corso le banconote da 500 e 1.000 rupie durante la scorsa settimana.
 
Il premio è salito fino ai 6 dollari per oncia, il picco dalla metà di novembre del 2014. 
 
In Cina, primo paese al mondo per produzione e consumi, i premi sull’oro questa settimana sono saliti fino a 10 dollari per oncia sull’indice internazionale di Londra, il doppio rispetto a quello della scorsa settimana di 5 dollari.

 

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

ORO ($) Supporto intraday intorno a 1495,50

Administrator

PETROLIO (WTI) Pivot point (livello di invalidazione): 60,40

Administrator

Metalli preziosi piatti, correzione del greggio

Administrator