TrendAndTrading.it

DT – FIB: Area 18050-18500 rappresenterà ora la nuova fascia di riferimento

Oscillatori: il RSI esce dall’area di ipercomprato grave, in linea con il marginale ritracciamento intraday del mercato e, come anticipato, potrebbe essere vicino a una fase di interruzione del rialzo….

 

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}


(statisticamente potrebbero crearsi le condizioni per un cambio di direzione o per una fase di ritracciamento/stallo di brevissimo termine, almeno per qualche seduta oltre a quella appena conclusa). Lo stocastico rimane anch’esso in condizione di ipercomprato (lieve) e inizia una potenziale divergenza singola ribassista, ancora da confermare, eventualmente, sui valori dell’oscillatore stesso e sui prezzi di mercato.

Volumi: flat (erroneamente indicato short nei precedenti articoli, mentre la posizione, long, si era già chiusa e non era stata segnalata alcuna nuova entrata) e nessuna particolare indicazione.

Operatività su base grafica.

Area 18050-18500 rappresenterà ora la nuova fascia di riferimento; in caso di conferma sui livelli d’apertura della prossima settimana l’eventuale rottura sopra la resistenza potrebbe favorire allunghi in direzione di area 18700/18750 almeno o, viceversa, il break sotto la base creerebbe presumibilmente una leggera pressione ribassista con target minimo a 17750/17800 circa.

Operatività su base statica.

A 18055/060 e 18400/18450 si posizionano ora i livelli di riferimento più immediati per quanto riguarda il brevissimo termine; l’eventuale break confermato al rialzo potrebbe ridare forza ai compratori con obiettivi superiori a 18800/18850 ed eventualmente 19100/19200 punti circa, mentre la rottura (confermata) al ribasso indicherebbe un primo target a 17600/17650 punti.

Per il medio termine vale quanto scritto di recente: “il mercato è riuscito a chiudere sopra la prima resistenza indicata da tempo a 17160, seppure di natura intermedia; in caso di nuove rotture i prezzi potrebbero spingersi verso area 17500 dove, presumibilmente, dovrebbero verificarne una media tenuta e costringere il mercato a un ritracciamento o a una fase di stallo intorno al livello stesso”.

Operatività su base dinamica.

La rottura della resistenza indicata a 16600 ha favorito la salita e il raggiungimento degli obiettivi in area 17150/17200 e il successivo a 17780 punti. Primo supporto a 17100/17200 punti circa.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: long da 17155, supporto a 17850 .

Trend di breve termine: long da 17185, supporto a 17000.

Ciclico-prezzi: il Minor-Trend è long da 17185 (supporto intermedio a 17890). Main-trend long (alto rischio) da 17900 e supporto a 16300 circa.

 

Autore: Marco Benzoni

Fonte: dimensionetrading.com

Articoli Simili

FTSEMIB 20 Settembre 2019

Administrator

Future FtseMib intraday: abbassato lo stop

Administrator

Future EuroStoxx50 intraday: toccati minimi sul target

Administrator