TrendAndTrading.it

DT- FIB: Area 18600 rimane ancora il primo supporto da valutare nell’immediato

palazzo notturno

Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine) e analisi dei volumi intraday.

Oscillatori: il MACD permane in condizione di neutralità sopra lo zero, mentre RSI e Stocastico hanno generato .

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


un segnale short con la discesa delle quotazioni sotto 18600 punti. Lo stocastico è ora in condizione di negatività canonica con stop cautelativo sopra i massimi di periodo, il RSI è negativo in condizione di alto rischio con stop cautelativo sopra 19300 punti (in caso di chiusura sotto 18680 potrebbe aumentare le potenzialità ribassista).

Volumi: condizione negativa e stop sopra 19500, al momento.

Operatività su base grafica.

L’area tra 18600/18700 e 19500 punti rimane il principale riferimento per il trading range in atto ormai da circa tre settimane; entrambi i livelli che delimitano l’area sono stati interessati per ben tre volte ciascuno dalle quotazioni e, dunque, una tale condizione lascia presumere che dovremmo essere abbastanza vicini alla ripresa della direzionalità di breve/brevissimo termine con potenziali obiettivi, già visti, in area 18000/18100 o, viceversa, in direzione di area 2000/20200

Operatività su base statica.

Dopo la decisa discesa dalla resistenza indicata nei giorni scorsi tra 19150 e 19300 il mercato si è portato fino a 18500 punti circa, recuperando in parte prima della chiusura con valori ultimi quasi identici a quelli della precedente seduta. Area 18600, quindi,  rimane ancora il primo supporto da valutare nell’immediato; la sua rottura dovrebbe permettere una discesa verso i 18000/18200 punti.

 

Operatività su base dinamica.

Il supporto principale si rileva ancora a  18250/18300 punti circa. Il supporto di brevissimo indicato a 18750/18800 e violato nella precedente seduta genera ora una resistenza tra18850 e 18900 punti; la tenuta del livello potrebbe favorire discese in direzione di area 17800/18000 punti target minimo naturale (sempre valutando, tuttavia, il supporto primario indicato sopra che ancora mantiene il mercato al rialzo in un’ottica di maggior respiro).

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: mercato negativo da 18850 con prima resistenza a 19065 punti.

Trend di breve termine: mercato negativo da 18880 e prima resistenza sui massimi di periodo.

Ciclico-prezzi: il mercato si sta muovendo tra 18875 e 19255 punti, primi due livelli utili per la determinazione del prossimo trend direzionale di breve termine. La chiusura sotto nelle ultime due sedute è un primo segnale e lascia intatte le possibilità di un affondo almeno in area 18300/18400, avvicinata già oggi. Prima resistenza, da ora, a 19050/19100 punti.

 

 

 
Fonte: Marco Benzoni – Dimensione Trading

Articoli Simili

Future EuroStoxx50 intraday: rivisti tutti i riferimenti

Administrator

Future Bund intraday: abbassato lo stop

Administrator

Future Dax intraday: in attesa di nuovi segnali

Administrator