TrendAndTrading.it

DT- FIB: continua l’attenzione per l’area di possibile contenimento

libri

Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine). Il MACD, negativo da 17080, torna in condizione neutrale-negativa in caso di ritorno sopra 16900 (livello di guardia di brevissimo termine); .…..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


lo Stocastico (in iperveduto da due settimane, livello di guardia 16950 circa) ed il RSI sono ancora in fase neutrale-negativa e l’eventuale rottura sotto area 16300 li farebbe andare in condizione negativa ( richiesta la conferma, almeno, su base 30/60 minuti). 


Operatività su base grafica.

Condizione generale: continua l’attenzione per l’area di possibile contenimento tra 16300 e 16850 punti circa descritta ormai da giorni; l’eventuale break al di fuori di uno di questi livelli potrebbe creare migliori opportunità direzionali con obbiettivo rialzista a 17200 o, ribassista, a 15800 punti circa. Considerando, tuttavia, che la situazione si protrae da una decina di giorni almeno, cautelativamente occorrerà attendere la conferma in close.

Operatività su base statica.

Brevissimo termine e intraday: il nostro derivato sta formando una base in area 16300/16400 punti, evidenziata dai minimi reiterati proprio su questi livelli nell’arco degli ultimi dieci giorni circa. La prima resistenza rimane ancora a 16620/16625, solo intermedia, livello che viene continuamente toccato dai prezzi e che, almeno fino ad oggi, ha costretto il mercato a rientrare in chiusura, mentre la successiva, superiore, si trova a 16800/16820 punti, in linea con i massimi dell’area di trading range attuale.

Breve termine: la tenuta di area 16250/16300 punti, almeno per il momento, rende difficile il raggiungimento del successivo obbiettivo ribassista da tempo individuato a 15800 punti circa. In caso di ulteriore recupero anche nelle prossime sedute, le prime due resistenze si trovano a 16705 e 16825 punti, entrambe da valutare principalmente in close di seduta (la prima, inferiore, ha perfettamente respinto gli attacchi dei rialzisti nella seduta scorsa); in caso di accelerazione ed esclusivamente per intraday /brevissimo termine e per un’operatività aggressiva, prezzi in area 16930/16960 punti potrebbero permettere qualche vendita sulla forza.

Operatività su base dinamica.

Brevissimo termine e intraday: la rottura di area 16600 potrebbe favorire ulteriori recuperi nei prossimi giorni, almeno fino all’area 16800/16900 punti circa. In ogni caso e come già da giorni, il mercato si trova ad un  bivio con area 16300/16400 a fare da supporto e area 16600 da resistenza. In entrambi i casi, vista l’attuale situazione, occorrerà verificare l’eventuale break in chiusura di seduta. Primo supporto utile a 16350/16400 punti.

Breve termine: confermo la condizione di potenziale negatività dopo il break sotto area 17800 nonché la conferma della rottura del livello posto a 17250. Il supporto principale rimane in area 16400 punti circa.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: mercato negativo, prima resistenza a  16700, supporto (solo intermedio) a 16335 punti.

Trend di breve termine: mercato negativo, prima resistenza a 16815, supporto (solo intermedio) a 16355 punti..

Ciclico-prezzi: il derivato ha raggiunto il primo obiettivo utile già indicato in precedenza a 16315/16320 punti, generato dopo la rottura sotto 16850 punti di qualche giorno fa. Prossimi livelli da considerare: al ribasso 15800 circa, al rialzo, invece, proprio il precedente 16800/16850 punti.


DISCAIMER: Le indicazioni operative sopra riportate esprimono il parere personale di Marco Benzoni (dimensionetrading.com); i settaggi degli oscillatori/indicatori nonché i livelli indicati sono scelti dal sottoscritto secondo parametri personalmente giudicati idonei sulla base del momento e del mercato in questione e potrebbero non corrispondere ai parametri standard generalmente utilizzati dalla maggioranza dei traders. In aggiunta, alcuni degli indicatori/oscillatori utilizzati per il calcolo dei livelli sono di tipo proprietario.

Autore: Marco Benzoni

Fonte: dimensionetrading.com


Fib – Operatività giornaliera valida per il giorno 6 dicembre

 

Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine). 

RSI: mercato positivo, primo stop potenziale sotto area 14350.

Stocastico: mercato positivo, primo stop potenziale sotto area 14350.

MACD: mercato neutrale.

 

Operatività su base grafica.  

Condizione generale: il mercato è riuscito a portarsi sopra la parte superiore dell’area di potenziale trading range di brevissimo periodo, indicata tra 14400 e 15350 punti. Il primo obbiettivo (minimo target rialzista 15750 punti), essendo certamente vicino al livello di break, è stato raggiunto immediatamente intraday, mentre il successivo (16000/16200 circa) e’ stato sfiorato, nella sua parte inferiore, durante la seduta odierna.

 

Operatività su base statica

Brevissimo termine e intraday: il mercato ha raggiunto il successivo obbiettivo in area 15800/15900 punti circa, livello confermato in chiusura. Ora, per la potenziale continuazione verso i 16200 prima e i 16500/16600 successivamente, sarebbe necessaria un’apertura sopra la chiusura odierna ed un break deciso sopra il massimo intraday. Primo supporto a 15470 punti.

Breve termine: sfiorata l’area 16000/16200 punti, livello di obbiettivo minimo, nonché successiva resistenza di breve periodo. Da verificare, dunque, nei prossimi giorni l’eventuale nuovo break o il ritorno sul precedente 15300/15350 circa.

  

Operatività su base dinamica. 

Brevissimo termine e intraday: raggiunta l’area obbiettivo a 15100/15200 punti senza grossi problemi, rimane ora da definire la futura strategia in base ai prossimi pivot in formazione.

Breve termine: mercato sempre sopra la prima resistenza a 15100 circa. Primo supporto, solo indiretto, a 15100/15200 punti.

 

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica. 

Trend grafico di brevissimo termine: mercato sopra la prima resistenza a 14385 punti in condizione di positività; supporto a 15200/15250 punti.

Trend di breve termine: mercato moderatamente positivo e sopra la prima resistenza indicata a 14750 punti circa. Supporto ora a 14400 punti.

Ciclico-prezzi: mercato sopra i 15200/15300 punti circa, ultimo obbiettivo in ordine temporale; possibile che, con tenuta decisa sopra 15250/15300, le quotazioni possano ora tendere al nuovo target individuabile a 16050/16100 punti circa.

 

Articoli Simili

FTSEMIB 20 Settembre 2019

Administrator

Future FtseMib intraday: abbassato lo stop

Administrator

Future EuroStoxx50 intraday: toccati minimi sul target

Administrator