TrendAndTrading.it

DT – FIB: il mercato è tornato sul livello inferiore dell’area di trading range

libri

Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine). La chiusura sotto i 15250 punti potrebbe riportare la piena negatività sui principali oscillatori in uso: RSI e Stocastico in caso di break intraday sotto 15100 tornerebbero in vendita dopo .…..

 

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


la pausa di neutralità permessa dalle divergenze rialziste di brevissimo termine, il MACD, invece, assumerebbe una condizione neutrale/negativa meno impegnativa dei due indicatori precedenti.


Operatività su base grafica.

Condizione generale: dopo il fallito tentativo di rottura sopra i 15900 punti il mercato è tornato sul livello inferiore dell’area di trading range indicata tra 15200 e 15900 punti, confermando valori inferiori alla stessa in chiusura di seduta. Un break nella prossima seduta sotto i minimi odierni, a fronte di un’apertura anche sotto 15260 (meglio ancora se tra i minimi intraday di oggi e la chiusura stessa), potrebbe creare condizioni ideali di vendita con primo obiettivo a 14600/14700 circa; unico limite il fatto che i movimenti interni all’area rilevata si sono protratti oltre la media consueta, situazione che potrebbe causare qualche impedimento all’immediata continuazione (da valutare, principalmente, durante la seduta di domani).

Operatività su base statica.

Il derivato ha raggiunto l’area inferiore a 15200/15230 punti, appoggiandosi, intraday e in chiusura, sui 15175 punti, livello potenzialmente limite che potrebbe aprire spazi verso area 14000/14500 in caso di nuove rotture oppure, in caso di tenuta, ritorni in area 15900/16000 circa.


Operatività su base dinamica.

In una seduta hanno ceduto entrambi i supporti definiti negli ultimi giorni. La chiusura sotto questi valori, in caso di rottura domani dei livelli minimi raggiunti oggi dal mercato (richiesta come conferma necessaria), dovrebbe aprire spazi verso 14700/14800 punti almeno, con resistenze (indirette, per ora) tra 15350 e 15400 punti circa.

 

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: mercato neutrale/negativo, tornerebbe negativo in  caso di rottura sotto i minimi odierni. Resistenza a 15950 punti.

Trend di breve termine: mercato sempre in vendita come rilevato da tempo, prima resistenza a 16000 e supporto intermedio a 15260 (rotto oggi in chiusura di seduta), al momento non risolutivo visto la pregressa condizione di negatività accertata.

Ciclico-prezzi: il mercato è sotto sul primo supporto utile indicato a 15400 punti circa. La continuazione dovrebbe permettere il raggiungimento di area 14900 circa, livello sensibile inferiore e primo utile rispetto agli attuali valori di mercato. Prima resistenza ora a 15600 punti circa.

 

 


DISCAIMER: Le indicazioni operative sopra riportate esprimono il parere personale di Marco Benzoni (dimensionetrading.com); i settaggi degli oscillatori/indicatori nonché i livelli indicati sono scelti dal sottoscritto secondo parametri personalmente giudicati idonei sulla base del momento e del mercato in questione e potrebbero non corrispondere ai parametri standard generalmente utilizzati dalla maggioranza dei traders. In aggiunta, alcuni degli indicatori/oscillatori utilizzati per il calcolo dei livelli sono di tipo proprietario.

Autore: Marco Benzoni

Fonte: dimensionetrading.com


 

Articoli Simili

Future FtseMib intraday: raggiunti gli obiettivi

Administrator

Future FtseMib intraday: abbassato lo stop

Administrator

GBP/USD, raggiunto il target ribassista

Administrator