TrendAndTrading.it

DT- FIB: Il mercato oggi ha toccato i due livelli di supporto ideali indicati a 18725 e 18625

50 PALAZZI

Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine) e analisi dei volumi intraday. Oscillatori: il MACD prosegue, ancora in territorio positivo per ora, nella fase di avvicinamento alla sua mediana che ormai dista pochissimi punti e concede, 

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


nella seduta odierna, il primo segnale di potenziale negatività con la discesa sotto 18740 punti. Considerando che la close è avvenuta marginalmente sopra, occorrerà ora l’eventuale conferma nella prossima seduta, per evitare uno dei classici falsi segnali ricorrenti in fasi di trading range come quella attuale. Lo Stocastico e il RSI permangono in condizione di negatività: il primo in condizione di short a basso rischio, il secondo, invece, ad alto rischio (il fatto che continui a muoversi a ridosso della sua mediana, poco sopra o poco sotto evidenzia in parte l’attuale incertezza).

Volumi: condizione negativa. Nessuna novità per la prossima seduta.

Operatività su base grafica.

Per l’ennesima volta i valori di mercato interessano, nella parte inferiore, l’area tra 18600/18700 e 19500 punti, il che la fa  rimanere il principale riferimento per il trading range in atto ormai da circa tre settimane; nella prima parte di questo lasso di tempo il mercato si è mosso prevalentemente nella parte superiore mentre ultimamente si muove tra la base e il livello intermedio. La fuoriuscita dovrebbe proporre area 18000 circa come primo obiettivo ribassista o area 20000/20200 al rialzo.

Operatività su base statica.

Il mercato oggi ha toccato i due livelli di supporto ideali indicati a 18725 e 18625; dal livello inferiore il nostro derivato è rimbalzato fino all’area 18800/18500, riavvicinando i livelli chiave della settimana validi a ridosso di area 18900/18950 e chiudendo sugli stessi livelli della seduta precedente, classico segnale di indecisione degli operatori. Difficile, anche se non impossibile, che dopo due sedute con chiusure identiche (o quasi) il mercato non imposti una giornata direzionale. I livelli di resistenza per domani sono gli stessi di quelli dei giorni scorsi: 19120 e 19290; supporti, dopo aver toccato quelli odierni, che si spostano a 18300 e 18235 (intermedi), oltre al livello primario tra 18000 e 18100 punti.

 

Operatività su base dinamica.

Il supporto principale si rileva ancora a  18400 punti circa. Il nuovo supporto di brevissimo (intermedio) indicato a 18600/18650 punti ha perfettamente tenuto e permesso il rimbalzo intraday sul precedente valido in area 18800. La situazione, dunque, non cambia in merito ai livelli inferiori, mentre si crea, ora, una resistenza di breve periodo a 19000 punti circa, da valutare in close di seduta qualora rotta nei prossimi giorni.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: mercato negativo da 18850 e prima resistenza a 19065.

Trend di breve termine: mercato negativo da 18880 e prima resistenza a 19220; si rileva un supporto intermedio e di secondo grado a 18550/18600.

Ciclico-prezzi: il mercato tenta ormai da giorni di abbandonare l’area di riferimento indicata ormai da settimane tra 18875 e 19255 punti; ogni tentativo, almeno fino ad ora, non ha trovato alcuna conferma e, dunque, la situazione permane quella vista di recente. L’obiettivo minimo inferiore a 18300/18400 è stato solo avvicinato nei giorni scorsi continua a muoversi all’interno dell’area principale compresa tra 18875 e 19255 punti, primi due livelli utili per la determinazione del prossimo trend direzionale di breve termine. Da oggi, tuttavia, la stessa area subisce un ridimensionamento e riduce il livello superiore da 19255 a 19050/19100 punti, nuovo pivot per la definizione della ripresa rialzista o meno.

Fonte: Marco Benzoni – Dimensione Trading

Articoli Simili

Future EuroStoxx50 intraday: rivisti tutti i riferimenti

Administrator

Future Bund intraday: abbassato lo stop

Administrator

Future Dax intraday: in attesa di nuovi segnali

Administrator