TrendAndTrading.it

DT – FIB: Il mercato rimane posizionato per la continuazione verso i 17000 punti

libri

 Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine).

Gli oscillatori (RSI, Macd e Stocastico) rimangono in posizione neutrale/positiva e mantengono i livelli di guardia, rispettivamente, a 16200, 16500 e 16200 punti. ...

In caso di rottura dei livelli (sufficiente intraday per Stocastico e RSI, confermata dalla chiusura per il MACD) nella prossima seduta subentrerebbe una nuova condizione di neutralità.


Operatività su base grafica.

Nessuna novità sostanziale rispetto alla precedente analisi: area 16365 – 16785 rappresenta il range di riferimento; la chiusura oltre uno dei due livelli proporrebbe obiettivi a 15900/16000 oppure 17000/17200 punti circa. In un’ottica di maggiore aggressività operativa, per la prossima seduta si potrebbe anche tentare un’entrata direzionale long su rottura della resistenza, con target 17000/17100 punti e, preferibilmente, validità intraday (o da seguire con trailing stretto). In aggiunta: la seduta odierna rappresenta una chiara compressione di volatilità tipica dei momenti di pausa e che preludono, la maggior parte delle volte, a strappi decisi entro uno-tre giorni al massimo.

Operatività su base statica.

Il mercato si conferma ancora poco sotto il primo livello che, come anticipato nei precedenti articoli, potrebbe essere una sorta di spartiacque per il brevissimo termine: 16730 punti. Lo stesso anche nella prossima seduta dovrebbe fare da riferimento in caso di continuazione rialzista e una sua rottura confermata dovrebbe preludere a nuovi allunghi in direzione di area 17250/17300 punti circa. La discesa, invece, sotto area 16000/16050 dovrebbe portare a 15600 punti, almeno.


Operatività su base dinamica.

Il mercato, dopo il raggiungimento dell’obiettivo primario anticipato a 16400/16450 punti circa, rimane posizionato per la continuazione verso i 17000 punti; l’obiettivo rialzista sarà condizionato, nei prossimi giorni, alla tenuta del primo supporto di brevissimo termine a 16550/16600 punti circa: in caso di rottura, infatti, potrebbe verificarsi una discesa almeno in area 16000 circa (per la prossima seduta al break intraday eventuale andrà verificata anche la close serale per evitare una falsa rottura, possibile vista la close odierna. Potrebbe far eccezione un’apertura direttamente sotto i 16600 salvo conferma almeno su timeframe inferiore a trenta/sessanta minuti).

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: mercato positivo/neutrale; supporto a 16400/16430 punti.

Trend di breve termine: mercato positivo, supporto diretto 16220 punti, perfetto fine-corsa sui minimi odierni.

Ciclico-prezzi: il mercato rimane positivo (prossimo obiettivo a 16850/16870) e mantiene il primo supporto utile in area 16200 punti circa. Lo stesso, tuttavia, potrebbe perdere consistenza, diventando intermedio e di secondo grado, a favore di un livello inferiore e rilevabile a 15980/15990 punti.

Fonte: Dimensione trading.com

Articoli Simili

Future FtseMib intraday: raggiunti gli obiettivi

Administrator

Future FtseMib intraday: abbassato lo stop

Administrator

GBP/USD, raggiunto il target ribassista

Administrator