TrendAndTrading.it

DT – FIB: L’apertura sotto la base dell’area di riferimento ha condizionato negativamente il mercato

Oscillatori: il RSI rientra dall’ipercomprato grave risalendo parzialmente, in linea con il moderato recupero del mercato in close serale; lo Stocastico rimane incrociato al ribasso con la sua media mobile e sotto la sua mediana ma potenzialmente in condizione di positività generale da area 16700 circa………

 

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}


Volumi: flat e nessun segnale per la prossima seduta.

Operatività su base grafica.

L’apertura sotto la base dell’area di riferimento ha condizionato negativamente il mercato, almeno durante la prima fase delle contrattazioni; le quotazioni sono scese anche in area 16300 ma, in chiusura, il livello sensibile poco sotto area 16500 ha richiamato i prezzi e permesso una nuova close allineata. Per la prossima seduta potremmo assistere alla formazione di una nuova area di potenziale trading range compresa tra 16350/16400 e 16750/16780 punti circa.

Operatività su base statica.

Una nuova rottura sotto 16330/16340 potrebbe creare una nuova fase di debolezza con primo obiettivo i minimi di brevissimo termine (16150 punti circa) mentre a 16600/16650 una resistenza intermedia rischia di fermare immediatamente il recupero in atto. In caso di apertura sopra o sotto la ristretta area 16495-16510 si determinerà, presumibilmente, la validazione o meno di una possibile continuazione direzionale in caso di break al di fuori dei livelli citati.

Per il medio termine: la situazione rimane identica ormai da diversi mesi dopo la condizione di debolezza generatasi con il break ribassista di conferma anche sotto area 16900 punti (precedenti rotture consolidate sotto 21350 e 19600 punti). Primo obiettivo a 15800/15900 circa, raggiunto con precisione e, qualora cedesse anche questo livello, a 14800 punti circa.

Operatività su base dinamica.

Il mercato fa rilevare una nuova resistenza a 16880/16900, di grado inferiore ma comunque da valutare insieme alla resistenza primaria a 16950/16960. La fascia di prezzi indicata tra 16160 e 16290 rimane l’area di riferimento per il primo supporto di breve termine, livello sfiorato durante l’ultima seduta (16295 i minimi intraday).

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: flat; supporto a 16160 e resistenza a 16750.

Trend di breve termine: flat; supporto a 16160 e resistenza a 17035.

Ciclico-prezzi: il Minor-Trend è flat, ha un supporto intermedio in area 16500 perfettamente centrato durante le ultime sedute e, ora, a rischio nuovo short. Main-trend flat.

 

Autore: Marco Benzoni

Fonte: dimensionetrading.com

Articoli Simili

Future EuroStoxx50 intraday: rivisti tutti i riferimenti

Administrator

Future Bund intraday: abbassato lo stop

Administrator

Future Dax intraday: in attesa di nuovi segnali

Administrator