TrendAndTrading.it

DT – FIB: La condizione generale rimane negativa

libri

Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine) e analisi dei volumi intraday.

Oscillatori: il RSI rimane in ipervenduto vicino ai 20 punti, il Macd continua la discesa in territorio negativo e prova a creare una divergenza (da verificare nei prossimi giorni, eventualmente) mentre lo Stocastico rimane, anch’esso, in condizione di negatività senza ulteriori cambiamenti; lo stop sulla posizione, da oggi, si abbassa a 15400 punti circa per tutti gli oscillatori….

 

 


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Volumi: il mercato ha rotto solo intraday il supporto tra 15050 e 15125 punti, recuperando il livello in chiusura di seduta (15140 punti). Per la prossima seduta un’eventuale nuova rottura sotto area 14900 potrebbe creare nuove opportunità ribassiste in direzione di area 14700 punti circa almeno, mentre la tenuta andrebbe valutata sui nuovi livelli generati.
Operatività su base grafica. 

Come atteso, l’apertura sotto 15180 e la rottura sotto 15100 ha favorito discese sui due supporti/obiettivi inferiori indicati a 15040/15050 e 14900/14930 punti; la chiusura a 15140 potrebbe nuovamente creare un supporto tra l’apertura prossima e 15130 punti salvo che il mercato apra direttamente sotto il livello stesso (nel caso, la condizione generale andrà rivista su base intraday con il rischio di reiterare la negatività in atto). Con apertura sotto 15185 l’eventuale salita oltre 15600 punti dovrebbe essere il primo segnale di allentamento della pressione ribassista. 

Operatività su base statica.

Come atteso, la continuazione ha permesso di toccare anche il livello inferiore indicato a 14900/15000 punti; per il momento, dunque, ancora quest’area andrà valutata come spartiacque tra il prossimo obiettivo ribassista rilevabile a 14500 punti circa e la prima resistenza (indiretta e di ritorno, per ora) a 15350/15400 punti.

Operatività su base dinamica.

La condizione generale rimane negativa; dopo il raggiungimento di tutti i target indicati e validi per il breve e brevissimo termine, l’attenzione ora si è spostata sul medio termine e prevede un obiettivo minimo a 14300 punti circa, salvo contro-break rialzisti sopra le resistenze aggiornate; la prima, per domani, sarà rilevabile a 15900 punti circa. Una chiusura, comunque, sopra 15410 potrebbe almeno allentare la pressione ribassista attuale.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: mercato negativo, resistenza a 15600 circa.

Trend di breve termine: mercato negativo, prima resistenza a 16310.

Ciclico-prezzi: il mercato oggi ha sfiorato anche l’obiettivo inferiore indicato a 14800 punti circa, target ancora valido per i prossimi giorni. In caso di tenuta dei minimi odierni, tuttavia, un eventuale recupero (in close) sopra area 15400 punti potrebbe ridimensionare, nel brevissimo termine, la pressione ribassista in atto.

Marco Benzoni


 

DISCAIMER: Le indicazioni operative sopra riportate esprimono il parere personale di Marco Benzoni (dimensionetrading.com); i settaggi degli oscillatori/indicatori nonché i livelli indicati sono scelti dal sottoscritto secondo parametri personalmente giudicati idonei sulla base del momento e del mercato in questione e potrebbero non corrispondere ai parametri standard generalmente utilizzati dalla maggioranza dei traders. In aggiunta, alcuni degli indicatori/oscillatori utilizzati per il calcolo dei livelli sono di tipo proprietario.

Autore: Marco Benzoni



 

Articoli Simili

Future EuroStoxx50 intraday: rivisti tutti i riferimenti

Administrator

Future Bund intraday: abbassato lo stop

Administrator

Future Dax intraday: in attesa di nuovi segnali

Administrator