TrendAndTrading.it

DT- FIB: rimane valido il potenziale obiettivo a 15800 punti

libri

Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine). Il MACD, negativo da 17080, torna in condizione neutrale-negativa in caso di ritorno sopra 16750 .…..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


(livello di guardia di brevissimo termine); lo Stocastico (in iperveduto da due settimane, livello di guardia 16550 circa) ed il RSI (livello di guardia 16800) rimangono in condizione negativa.


Operatività su base grafica.

Condizione generale: rimane valido il potenziale obiettivo a 15800 punti circa ma l’area da considerare, da lunedì, si sposta ora tra 16000 e 16500 punti circa. Il break inferiore dovrebbe avere risvolti come da attese, al rialzo, invece, l’eventuale rottura andrà monitorata in close di seduta.  

Operatività su base statica.

Brevissimo termine e intraday: la tenuta della resistenza a 16600/16625 ha permesso ai venditori di non perdere il controllo della condizione generale di mercato nonostante il lungo periodo di trading range. In caso di rottura sotto i 16000 punti il target naturale potrebbe essere almeno 15500/15600 punti, la prima resistenza utile, invece, si posiziona a 16370/16380 circa.

Breve termine: mercato direzionato verso il successivo obbiettivo ribassista da tempo individuato a 15800 punti circa. Prima resistenza a 16380 punti, indiretta (ancora non di ritorno).

Operatività su base dinamica.

Brevissimo termine e intraday: il break sotto area 16300/16400 ha creato condizioni ideali per una decisa negatività, almeno su base intraday. Obiettivo minimo in area 15700/15750 punti circa, prima resistenza a 16500 punti.

Breve termine: break sotto il supporto principale a 16400 punti circa rafforza la negatività in atto; per lunedì, in caso di una nuova rottura sotto i minimi settimanali (meglio se non in gap down) si potrebbero aprire spazi ampi fino all’area 14500/15000 circa.  Prima resistenza a 16500 punti.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: mercato negativo, prima resistenza a 16700.

Trend di breve termine: mercato negativo, prima resistenza a 16815.

Ciclico-prezzi: il derivato ha raggiunto e superato il primo obiettivo utile già indicato in precedenza a 16315/16320 punti, generato dopo la rottura sotto 16850 punti di qualche giorno fa. Prossimi livelli da considerare: al ribasso 15800 circa, al rialzo, invece, proprio il precedente 16500 punti.


DISCAIMER: Le indicazioni operative sopra riportate esprimono il parere personale di Marco Benzoni (dimensionetrading.com); i settaggi degli oscillatori/indicatori nonché i livelli indicati sono scelti dal sottoscritto secondo parametri personalmente giudicati idonei sulla base del momento e del mercato in questione e potrebbero non corrispondere ai parametri standard generalmente utilizzati dalla maggioranza dei traders. In aggiunta, alcuni degli indicatori/oscillatori utilizzati per il calcolo dei livelli sono di tipo proprietario.

Autore: Marco Benzoni

Fonte: dimensionetrading.com


Fib – Operatività giornaliera valida per il giorno 6 dicembre

 

Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine). 

RSI: mercato positivo, primo stop potenziale sotto area 14350.

Stocastico: mercato positivo, primo stop potenziale sotto area 14350.

MACD: mercato neutrale.

 

Operatività su base grafica.  

Condizione generale: il mercato è riuscito a portarsi sopra la parte superiore dell’area di potenziale trading range di brevissimo periodo, indicata tra 14400 e 15350 punti. Il primo obbiettivo (minimo target rialzista 15750 punti), essendo certamente vicino al livello di break, è stato raggiunto immediatamente intraday, mentre il successivo (16000/16200 circa) e’ stato sfiorato, nella sua parte inferiore, durante la seduta odierna.

 

Operatività su base statica

Brevissimo termine e intraday: il mercato ha raggiunto il successivo obbiettivo in area 15800/15900 punti circa, livello confermato in chiusura. Ora, per la potenziale continuazione verso i 16200 prima e i 16500/16600 successivamente, sarebbe necessaria un’apertura sopra la chiusura odierna ed un break deciso sopra il massimo intraday. Primo supporto a 15470 punti.

Breve termine: sfiorata l’area 16000/16200 punti, livello di obbiettivo minimo, nonché successiva resistenza di breve periodo. Da verificare, dunque, nei prossimi giorni l’eventuale nuovo break o il ritorno sul precedente 15300/15350 circa.

  

Operatività su base dinamica. 

Brevissimo termine e intraday: raggiunta l’area obbiettivo a 15100/15200 punti senza grossi problemi, rimane ora da definire la futura strategia in base ai prossimi pivot in formazione.

Breve termine: mercato sempre sopra la prima resistenza a 15100 circa. Primo supporto, solo indiretto, a 15100/15200 punti.

 

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica. 

Trend grafico di brevissimo termine: mercato sopra la prima resistenza a 14385 punti in condizione di positività; supporto a 15200/15250 punti.

Trend di breve termine: mercato moderatamente positivo e sopra la prima resistenza indicata a 14750 punti circa. Supporto ora a 14400 punti.

Ciclico-prezzi: mercato sopra i 15200/15300 punti circa, ultimo obbiettivo in ordine temporale; possibile che, con tenuta decisa sopra 15250/15300, le quotazioni possano ora tendere al nuovo target individuabile a 16050/16100 punti circa.

 

Articoli Simili

Future FtseMib intraday: raggiunti gli obiettivi

Administrator

Future FtseMib intraday: abbassato lo stop

Administrator

GBP/USD, raggiunto il target ribassista

Administrator