TrendAndTrading.it

DT- FIB: Situazione invariata sia al rialzo che al ribasso

libri

 Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine) e analisi dei volumi intraday.

Oscillatori: come anticipato nei precedenti articoli, per riportare in condizione neutrale RSI e MACD potrebbe, ora, essere sufficiente una salita oltre area 15600 anche intraday, a prescindere da apertura e chiusura; per quanto riguarda lo Stocastico, invece, l’eventuale rottura sopra i massimi delle ultime sedute (15565) confermerebbe una divergenza rialzista in atto da parecchi giorni..…..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Volumi: la rottura odierna è rientrata in chiusura di seduta. Nulla di fatto, dunque, anche se l’eventuale continuazione sotto area 15000 potrebbe qualificare ulteriori affondi in direzione di area 15800 almeno.

Operatività su base grafica. 

Il tentativo di rottura sotto i 15200 punti ha trovato riscontro solo durante la prima ora di contrattazioni; il range che ne è seguito ha costretto le quotazioni tra 15000 e 15100 punti circa, prima del recupero finale nuovamente all’interno dell’area tra 15200 e 15600 punti che ha contenuto le escursioni delle ultime sedute. La situazione generale, dunque, non cambia e fino a che non si verificherà una chiusura sopra/sotto gli estremi dell’area indicata il mercato rischia di rimanere in range anche nell’immediato.

Operatività su base statica.

Il derivato ha toccato entrambi i due livelli inferiori di supporto indicati a 15150 e 15035 punti, recuperandoli e chiudendo nuovamente a ridosso dei 15300 punti. Situazione dunque invariata sia al rialzo che al ribasso, almeno per il momento.

 

Operatività su base dinamica.

La condizione generale rimane negativa; dopo il raggiungimento di tutti i target indicati e validi per il breve e brevissimo termine, l’attenzione ora si è spostata sul medio termine e prevede un obiettivo minimo a 14300 punti circa, salvo contro-break rialzisti sopra le resistenze aggiornate; la tenuta, l’ennesima, della prima resistenza a 15550 punti (oggi 15500) continua a fermare i tentativi rialzisti nel brevissimo termine. Per la prossima seduta l’area 15300 potrebbe opporre resistenza all’avanzamento dei prezzi in qualità di primo ostacolo diretto, mentre l’area tra 15450 e 15550 rappresenterà il livello superiore costituito da due pivot (indiretto e di ritorno il primo, diretto in coincidenza con lo statico superiore il secondo. Un nuovo break sotto i minimi di oggi confermerebbe, invece, i target ribassisti citati.

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: mercato negativo, resistenza a 15510 circa.

Trend di breve termine: mercato negativo, prima resistenza a 15600.

Ciclico-prezzi: toccata oggi area 15000 punti circa, primo supporto indicato nei giorni scorsi. Nessuna novità, dunque, almeno per ora: 15000/15100 e 15350/15400 rappresenteranno i due livelli da considerare (validità principalmente in close) per valutare la possibilità che si formi un nuovo movimento direzionale di breve/brevissimo termine.

 

Fonte: Marco Benzoni – Dimensione Trading

Articoli Simili

Future EuroStoxx50 intraday: rivisti tutti i riferimenti

Administrator

Future Bund intraday: abbassato lo stop

Administrator

Future Dax intraday: in attesa di nuovi segnali

Administrator