TrendAndTrading.it

DT – FIB: Tutti gli oscillatori stanno creando conferme su divergenze rialziste

libri

Condizione generale degli oscillatori (breve e brevissimo termine). Il MACD, negativo da 17080, torna in condizione neutrale-negativa in caso di ritorno sopra 16000 (livello di guardia di brevissimo termine);.…..

 

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


lo Stocastico (rientrato dall’ipercomprato, livello di guardia 16000 circa) ed il RSI (livello di guardia 16000) rimangono in condizione negativa. Tutti gli oscillatori stanno creando conferme (attese per domani o nei prossimi giorni) su divergenze rialziste: salvo apertura in gap-up che richiederebbe successiva conferma, un’eventuale rottura dei livelli di guardia (coincidenti a 16000 circa) annullerebbe sugli stessi la condizione di negatività in atto.


Operatività su base grafica.

Condizione generale: area 15400-16200 rimane ancora il miglior riferimento per capire le intenzioni del mercato. L’ipervenduto attuale impone cautela nelle vendite sulla debolezza, nonostante un nuovo break sotto area 15300 potrebbe preludere e nuovi obiettivi a 15000/15100-14800-14500 punti circa.

Operatività su base statica.

Brevissimo termine e intraday: il mercato è tornato velocemente sulla prima area di resistenza indicata nei giorni scorsi e valida a ridosso dei 15900 punti (per domani 15920). Un’apertura tra 15925 e 15980 seguita dalla rottura anche sopra i 16000 punti dovrebbe permettere la continuazione verso area 16300 punti circa, almeno. Primo supporto, solo intermedio, a 15500/15550 punti (potrebbe essere meno significativo in caso di apertura sotto 15920 punti.  

Breve termine: il mercato ha raggiunto anche il successivo obbiettivo ribassista da tempo individuato a 15800 punti circa. Livello inferiore a 15100/15150, superiore tra 1640 e 16240 punti.

Operatività su base dinamica.

Brevissimo termine e intraday: resistenza (intermedia) a 16000, supporto a 15470 punti circa.

Breve termine: ancora potenzialmente valida la negatività in atto; in caso di nuove conferme si potrebbero aprire spazi ampi fino all’area 14500/15000 circa.  Prima resistenza a  16500 punti circa

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine: mercato negativo, prima resistenza a 16000/16050, supporto, ma solo indiretto, a 14950/15000.

Trend di breve termine: mercato negativo, prima resistenza a 16300/16400, supporto, ma solo indiretto, a 14750/14800.

Ciclico-prezzi: il mercato è tornato sopra area 15900, da oggi prima resistenza utile; l’eventuale rottura sopra i massimi odierni (meglio se confermata almeno sul 30 minuti) potrebbe favorire allunghi in direzione di area 16100/16200 punti almeno. Supporto a 16450 punti circa.

 


DISCAIMER: Le indicazioni operative sopra riportate esprimono il parere personale di Marco Benzoni (dimensionetrading.com); i settaggi degli oscillatori/indicatori nonché i livelli indicati sono scelti dal sottoscritto secondo parametri personalmente giudicati idonei sulla base del momento e del mercato in questione e potrebbero non corrispondere ai parametri standard generalmente utilizzati dalla maggioranza dei traders. In aggiunta, alcuni degli indicatori/oscillatori utilizzati per il calcolo dei livelli sono di tipo proprietario.

Autore: Marco Benzoni

Fonte: dimensionetrading.com


 

Articoli Simili

Future EuroStoxx50 intraday: rivisti tutti i riferimenti

Administrator

Future Bund intraday: abbassato lo stop

Administrator

Future Dax intraday: in attesa di nuovi segnali

Administrator