TrendAndTrading.it

FxPro : Focus EurUsd

Dopo aver toccato i massimi di periodo l’8 agosto spingendosi fino in area 1,2100, il cambio EurUsd ha iniziato una fase ribasso nel corso della quale ha disegnato sui grafici………..

 

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

un perfetto andamento a massimi e minimi discendenti che ha portato il prezzo del cambio in area 1.1550, ovvero molto lontano da quei massimi toccati in un momento in cui il rialzo sembrava davvero prendere forza.

Analizzando però il grafico settimanale si nota come l’ultima spinta rialzista abbia trovato resistenza (almeno momentanea)  contro un’area di prezzo che nel passato aveva già dimostrato tutta la sua forza e importanza, essendo stata capace in due occasione non solo di fermare la discesa dei prezzi ma addirittura di invertirne il trend dando poi origine a movimenti rialzisti decisamente solidi e duraturi.

16112017 1

Ad inizio 2015, con l’ Euro sotto fortissima pressione a causa dell’introduzione del Quantitative Easing, il livello di supporto era poi saltato  e negli ultimi mesi è tornato all’onore delle cronache respingendo nuovamente il prezzo, questa volta però agendo non  più da supporto bensì da resistenza.

Da un punto di vista fondamentale dobbiamo tenere in considerazione il fatto che i dati del COT Report evidenziano il fatto che i principali operatori istituzionali stiano continuando a rimanere posizionati in acquisto sull’Euro e fino a quando ciò rimarrà invariato la teoria vorrebbe che, nonostante la forte resistenza grafica sopra descritta, la prospettiva di lungo termine continui a rimanere long.

A tal proposito segnaliamo la recente rottura della resistenza derivante dalla trend line che aveva contenuto il movimento ribassista di breve, come evidenziato nel grafico giornaliero seguente.

16112017 2

Secondo manuale di analisi tecnica nei prossimi giorni potremmo attenderci un test della trend line, diventata ora supporto, e la reazione del prezzo intorno a quel livello sarà molto importante per determinare il movimento del cambio nel breve periodo. Se questo dovesse infatti tenere allora nelle prossime settimane ci si potrebbe già attendere un allungo della quotazione verso i massimi in area 1,200/1,2100 mentre se, al contrario, ciò non dovesse accadere allora se ne ricaverebbe l’informazione che il mercato non è ancora pronto per un movimento di questo tipo.

É infine bene ricordare che, stando all’analisi delle opzioni su FXE (ovvero l’ETF che replica l’andamento di EurUsd) fino al 15 dicembre la quotazione del cambio potrebbe rimanere compressa e fare una certa fatica a salire molto oltre gli attuali livelli in quanto è presente una concentrazione di open interest piuttosto elevata e questa potrebbe fungere da resistenza. Lo scenario cambierebbe invece portando lo stesso tipo di analisi al 2018 quando già dal mese di gennaio le resistenze ricavabili dall’analisi delle opzioni tendono a salire parecchio, il che lascerebbe pensare che questo mercato dal prossimo mese potrebbe essere più libero di salire.

 

Autore: Alessandro Bonetti – Analyst – FxPro

Articoli Simili

EUR USD Si prevede 1,1055

Administrator

EUR USD La tendenza resta al rialzo

Administrator

EUR USD 1,1100 previsti Pivot point 1,1065

Administrator