TrendAndTrading.it

JPM: EURO: La soglia di 1,3490 sul dollaro americano apre alla possibilità di un cambio a 1,38 nel breve termine.

grafico

Grazie all’introduzione delle operazioni OMT (Outright Monetary Transaction) della BCE, il forte calo dei rendimenti dei Paesi periferici indica che il rischio rappresentato dall’Eurozona per l’economia globale è diminuito…....

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Commento di Sara Yates, Global Currency Strategist di J.P. Morgan Private Bank.


 

Una conseguenza è che ora gli investitori probabilmente richiederanno un premio di rischio inferiore (uno sconto inferiore) per mantenere titoli denominati in Euro. Anche se questo implica un Euro più forte (in particolare contro la Sterlina Britannica), riteniamo che l’Euro sia andato al di là dei suoi migliori fondamentali. Detto questo, con i dati del CFTC e prove empiriche che indicano che gli investitori sono solo relativamente lunghi sull’Euro, crediamo che ci sia spazio affinché questo movimento si possa ampliare ulteriormente in futuro. Notiamo che l’analisi tecnica indica un movimento a 1,38 nel breve termine. Il fatto che questa soglia possa essere raggiunta questa settimana, dipenderà probabilmente da se/come Draghi commenterà il recente rally dell’Euro nel corso della conferenza stampa della BCE.

Sul più lungo termine, rimaniamo scettici sul fatto che l’euro possa mantenere questa forza. Secondo le valutazioni di Bloomberg in termini di PPP (Parità di potere d’acquisto), l’euro è già costoso rispetto al dollaro americano. Ulteriori apprezzamenti potrebbero ostacolare la ripresa dell’Eurozona, una ripresa che rimane incerta. L’outlook per gli Stati Uniti, invece, continua ad essere stabile. I recenti dati sui payroll USA hanno registrato un’ascesa a 157k unità di nuovi posti di lavoro a gennaio e il dato di dicembre è stato rivisto al rialzo. Inoltre, a gennaio la crescita del settore manifatturiero Usa ha toccato il livello più alto degli ultimi nove mesi. Per questo motivo continuiamo a prevedere un maggior rialzo dei rendimenti statunitensi, e ci aspettiamo che questo possa sostenere il Dollaro Americano rispetto alle valute a basso rendimento come Sterlina Britannica, Euro e Yen Giapponese.

Strategia: A breve termine, consigliamo che i clienti mantengano tatticamente la loro esposizione long sull’Euro, ma utilizzino stop ravvicinati. A livello strutturale, tuttavia, crediamo che l’Euro possa indebolirsi.

 

Articoli Simili

EUR USD Si prevede 1,1055

Administrator

EUR USD La tendenza resta al rialzo

Administrator

EUR USD 1,1100 previsti Pivot point 1,1065

Administrator