TrendAndTrading.it

JPY richiesto in vista del 4 luglio

economia tedesca guerra commerciale try nzd aud inr zar gbp jpy yen nzd brexit eur

JPY richiesto in vista del 4 luglio. Le contrattazioni sui mercati finanziari dovrebbero calare negli ultimi giorni della settimana, perché domani le borse USA rimarranno chiuse per il Giorno dell’Indipendenza,….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


By Vincent Mivelaz – SwissQuote


incoraggiando i trader a preferire asset considerati beni rifugio.

Nel frattempo, il governatore della BoE Mark Carney ha parlato delle incertezze legate alla crescita globale, segnalando una BoE più colomba e un potenziale taglio del tasso entro dicembre 2019.

È quindi molto probabile un ulteriore apprezzamento dello yen (JPY); pare, infatti, che gli investitori abbiano assimilato l’allentamento delle tensioni geopolitiche, anticipando un supporto per tassi d’interesse più bassi sulla scia della scarsa inflazione.

L’indice Tankan sul sentiment delle industrie manifatturiere giapponesi riferito al T2 è sceso a 7 punti rispetto ai 12 rilevati nel periodo che va da gennaio a marzo (previsione: 9), mentre le prospettive per il T3 sono rimaste invariate rispetto al trimestre attuale, confermando una flessione sostenuta rispetto al picco, pari a 25 punti, registrato nel dicembre 2017 e riflettendo il rallentamento costante della domanda cinese.

Basandosi su questo dato per compiere la sua valutazione trimestrale, comprensiva di previsioni di crescita e inflazione, probabilmente alla riunione di politica monetaria del 30 luglio 2019 la BoJ cambierà la sua forward guidance.

Se al momento la dicitura utilizzata prevede tassi d’interesse estremamente bassi “per un lungo periodo di tempo e almeno fino alla primavera del 2020”, la BoJ verosimilmente modificherà questo passaggio a “dopo la primavera del 2020”, dal momento che la BoJ è lontana dal raggiungimento dell’obiettivo fissato per i prezzi.

In tali circostanze, riteniamo improbabile un taglio dello 0,10% dei tassi d’interesse nel 2019, salvo che lo yen non continui ad apprezzarsi e la BoJ non sia in grado di difendere la soglia simbolica a 105 per la coppia USD/JPY.

Al momento l’USD/JPY scambia a 107,72; nel breve termine si dirigerà verso 107,50.

Fonte: TrendAndTrading.it

Articoli Simili

GBP sull’ottovolante ribassista

Administrator

Forex attesa sui mercati

Administrator

RBA: i dati avvalorano un taglio del tasso a dicembre

Administrator