TrendAndTrading.it
Image default

L’Australia continuerà a essere attendista

La prima riunione di politica monetaria dell’anno della banca centrale australiana (RBA) non si apre sotto i migliori auspici…….

By Vincent Mivelaz – SwissQuote


Notizie spiacevoli dai mercati interni ed esteri pesano sull’economia e l’ottimismo per la crescita si sta affievolendo.

Nonostante le ripetute intenzioni di alzare il tasso di riferimento (attualmente pari all’1,50%), e invariato dall’agosto del 2016, sembra che gli investitori scontino un cambiamento di direzione nel lato opposto.

Attualmente a 0,7225, l’AUD/USD (+2,50%) dovrebbe dirigersi verso quota 0,7220. Sosteniamo una posizione lunga dopo la riunione di domani.

L’Australia sta facendo fronte alle conseguenze dirette del brusco calo della domanda cinese, che rappresenta più del 40% delle esportazioni totali del paese, a cominciare dal rallentamento dei dati sull’inflazione riferiti al T4 del 2018, di gran lunga inferiori all’obiettivo del 2-3% fissato dalla RBA, ma la flessione maggiore riguarda il mercato immobiliare.

I permessi di costruzione si attestano sui minimi da un decennio, sulla scia del calo dei prezzi e di condizioni di credito più severe.

Dal vivace mercato del lavoro continuano ad arrivare segnali positivi.

Quanto accomodante sarà la RBA alla riunione di politica monetaria di martedì?

Taglierà il suo tasso di riferimento?

Il rischio è bilanciato, giacché l’economia rimane stabile e dunque favorisce un tasso invariato.

Fonte: TrendAndTrading.it

Articoli Simili

Australia. Questa è la fine del rally?

Administrator

GBP. La quiete dopo la tempesta?

Administrator

L’economia della Cina accelera

Administrator