TrendAndTrading.it

L’oro cambia direzione

Oro

Il prezzo dell’oro è scivolato ulteriormente ai livelli più deboli di 6 settimane lunedì, mentre gli Stati Uniti e la Cina sembrano vicini ad un accordo per il ritiro delle tariffe commerciali imposte alla fine del 2018, scrive Atsuko Whitehouse su BullionVault…….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Davide Pecoraro – Bullion Vault


Il prezzo dell’oro in dollari è sceso a 1.287$ l’oncia – il minimo dal 25 gennaio e oltre il 4% al di sotto del massimo di 10 mesi a metà febbraio – mentre la valuta statunitense si è ripresa e le borse europee hanno seguito le azioni asiatiche al rialzo.

Il dollaro era diminuito in precedenza dopo i commenti stridenti contro la Federal Reserve dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

“Abbiamo chiuso al di sotto di 1.300$ la scorsa settimana, il che certamente cambia le prospettive a breve termine e ed innervosisce le posizioni lunghe”, ha indicato una nota sul prezzo dell’oro in Asia di MKS Pamp.

La caduta del venerdì nel prezzo dell’oro ha visto la pesante liquidazione dell’ ETF in oro SPDR Gold Trust (NYSEArca: GLD), con annullamenti netti delle azioni dell’1,5% – la più grande perdita giornaliera da febbraio dello scorso anno.

Ciò ha visto la quantità di oro necessaria per sostenere la GLD in perdita di 11 tonnellate a 771 tonnellate, la minore finora nel 2019.

I funzionari di USA e Cina si sono riuniti a Pechino ed “hanno condotto consultazioni fruttuose e intense, e fatto importanti progressi su molte questioni di interesse comune”, afferma Zhang Yesui, portavoce del Congresso nazionale del popolo.

Washington potrebbe rimuovere la maggior parte o tutte le tariffe imposte sui prodotti cinesi dallo scorso anno, secondo quanto riportato dalla stampa, mentre Pechino ha indicato che starebbe considerando tariffe più basse per prodotti agricoli, chimici, auto e altri prodotti americani.

Al prossimo Congresso nazionale del popolo che inizierà martedì, la Cina dovrebbe annunciare un obiettivo di espansione del prodotto interno lordo per il 2019 tra il 6% e il 6,5%, in calo rispetto al 6,6% dello scorso anno.

Gli analisti prevedono inoltre un nuovo pacchetto di stimoli fiscali sotto forma di riduzioni delle imposte ed emissioni obbligazionarie, che farà salire il rapporto deficit / PIL della Cina.

Si dice anche che Pechino stia progettando un taglio del 3% all’ IVA per i produttori – una scelta che, secondo Morgan Stanley, potrebbe aggiungere 0,6 punti percentuali alla crescita del PIL.

“Voglio un dollaro forte”, ha detto il presidente degli Stati Uniti Trump sabato in una conferenza, “ma voglio un dollaro che avvantaggi il nostro paese, non un dollaro così forte da rendere proibitivo per noi fare affari con altre nazioni”.

“Abbiamo un signore che ama il restringimento quantitativo nella Fed. Abbiamo un gentiluomo che adora un dollaro molto forte nella Fed”, ha proseguito Trump, evitando di menzionare il presidente della Federal Reserve Jerome Powell.

I prezzi dell’oro per gli investitori britannici sono crollati ulteriormente a 971£ l’oncia – un minimo di 3 mesi – anche se la sterlina è diminuita rispetto al picco di 21 mesi contro l’euro, a fronte del nuovo ottimismo sulla possibilità di evitare la Brexit senza accordo il 29 marzo.

Anche in euro l’oro ha perso terreno, toccando un minimo di 5 settimane a 1.135€ l’oncia dopo che il presidente francese Emmanuel Macron ha minimizzato le tensioni diplomatiche con i leader populisti del governo italiano.

“C’è stato un fraintendimento, ci sono state dichiarazioni eccessive, ma dobbiamo andare avanti”, ha rassicurato Macron sul sostegno da parte di Luigi Di Maio ai Gilet Gialli, che ora vedono un declino del supporto ai raduni.

I prezzi dell’argento oggi sono diminuiti a 15,15$ l’oncia, mentre il platino è sceso a 839$ l’oncia dopo aver toccato i massimi di 4 mesi la settimana scorsa sull’onda delle preoccupazioni per un deficit di offerta, causato da uno sciopero in Sud Africa, uno dei maggiori produttori del metallo utilizzato per i catalizzatori.

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

ORO ($) Resistenza chiave a breve termine a 1491,00

Administrator

PETROLIO (WTI) Pivot point 54,05

Administrator

Oro a 1.500$ tra tensioni geopolitiche e possibile impeachment di Trump

Administrator