TrendAndTrading.it

Moncler si quota in borsa

italia milano1

E’ stato approvato il prospetto informativo relativo all’offerta pubblica di vendita e all’ammissione a quotazione sull’Mta di azioni ordinarie della Moncler spa….


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Il provvedimento di ammissione a quotazione è stato rilasciato da Borsa Italiana spa lo scorso 22 novembre.

L’emittente è la holding operativa del Gruppo Moncler, attivo nel design, nella realizzazione, nella commercializzazione e nella distribuzione di capi/prodotti di abbigliamento e di accessori. Nessun soggetto singolarmente considerato alla data del prospetto informativo, esercita il controllo sull’emittente ai sensi dell’articolo 93 del Tuf ed è vigente un patto parasociale fra i principali azionisti, destinato a sciogliersi alla data di inizio negoziazioni, data in cui verrà stipulato ed entrerà in vigore un nuovo patto parasociale.

L’operazione che è finalizzata all’ammissione a quotazione delle azioni Moncler, ha per oggetto massime 66.800.000 azioni poste in vendita dagli azionisti venditori (35.000.000 da Ecip M. sa, 22.000.000 da Cep III Participations sarl Sicar e 9.300.000 da Brands Partners 2 spa).

In particolare, l’offerta pubblica globale di vendita è articolata in:

– un’offerta pubblica di minime 6.680.000 azioni, pari al 10% circa dell’offerta globale, rivolta al pubblico indistinto;

– un’offerta istituzionale di massime 60.120.000 azioni, rivolta ad investitori istituzionali in Italia e all’estero. Nell’ambito del collocamento istituzionale massime 6.680.000 azioni saranno riservate ad un collocamento presso investitori giapponesi.

Nell’ambito degli accordi che saranno stipulati per l’offerta globale è prevista la concessione da parte degli azionisti Cep III Participations e Ecip M ai coordinatori dell’offerta globale di vendita, di un’opzione per l’acquisto, al prezzo d’offerta di massime 10.020.000 azioni, corrispondenti ad una quota pari a circa il 15% delle azioni oggetto dell’offerta globale (greenshoe), da allocare presso i destinatari del collocamento istituzionale, in caso di over allotment (sostegno nella stabilizzazione dei titoli nei primi giorni di negoziazione).

La determinazione del prezzo di offerta delle azioni, che sarà il medesimo per l’offerta pubblica e per il collocamento istituzionale, avverrà al termine dell’offerta globale. In particolare, il prezzo di offerta, compreso tra un minimo non vincolante di 8,75 euro per azione e un massimo vincolante di 10,20 euro per azione, sarà reso noto mediante pubblicazione di apposito avviso pubblicato su almeno un quotidiano economico finanziario a tiratura nazionale e sul sito internet della società entro due giorni lavorativi dal termine del periodo di offerta. L’offerta pubblica ha inizio il 28 novembre 2013 e termine l’11 dicembre 2013; l’offerta istituzionale ha inizio il 27 novembre 2013 e termine l’11 dicembre 2013.

Nel capitolo “Fattori di rischio”, il prospetto riporta gli elementi di rischio per l’investitore connessi all’operazione, all’emittente e al relativo settore di appartenenza.

Fonte: TrendAndTrading

Articoli Simili

Corn weekly: nuovo segnale dopo il raggiungimento del target

Administrator

Amazon – abbassata la resistenza, prezzi in avvicinamento al target

Administrator

Amazon – scenario invariato dalla scorsa settimana

Administrator