TrendAndTrading.it

NB Consigli per investire in Oro nel 2012 secondo money manager

calcolatrice2

Le materie prime stanno accusando pesanti perdite nelle ultime settimane, in particolare nel mese di maggio c’è stato un. ...

 


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente


crollo delle quotazioni per oro, argento e petrolio. A pesare sull’andamento delle commodity è la crisi nel sistema macro dei paesi maturi, il rallentamento della Cina, il caos politico in grecia e la crisi dell’euro e la forza del dollaro americano. Per quanto riguarda l’oro, a maggio c’è stata una forte correzione dei prezzi da area 1670$ fino a 1527$, anche se nelle ultime sedute è avvenuto un interessante rimbalzo fino a poco sotto 1600$. Secondo Andrea Gentilini, senior portfolio manager di Union Bancaire Privee, “la correzione accusata dai metalli preziosi è legata principalmente alla forza del dollaro”. Tuttavia, questa forza dovrebbe rientrare nei prossimi mesi, visto che a dicembre prossimo gli Stati Uniti dovranno nuovamente confrontarsi con il tetto del debito. Secondo Gentilini, nel medio periodo le quotazioni dell’oro oscilleranno “in un range tra 1800$ e 2000$ l’oncia, mentre per il brevissimo termine il prezzo potrebbe fissarsi intorno a 1530$”. Secondo il money manager l’oro resta “l’unica moneta che non si svaluta”. Nel primo trimestre dell’anno, la domanda globale di oro è scesa del 5% rispetto allo stesso trimestre dellos corso anno. Secondo gli analisti di Morgan Stanley la discesa attuale delle quotazioni dell’oro è soltanto temporanea e dovrebbe rientrare già nelle prossime settimane. La banca d’affari americana ha un prezzo obiettivo di 1800$ l’oncia. Morgan Stnaley fa notare che la forte correzione dell’oro è determinata soprattutto dallo smontamento di massicce posizioni speculative net long, mentre l’acquisto di oro fisico resta sostenuto.

 

Autore: Nicola D’Antuono

Forex Scalping: ingresso long con il pullback su euro/yen

 
Ben ritrovati. Oggi volevo mostrarvi un interessante case study relativo ai forti trend direzionali intraday. Come si può notare dal grafico a 5 minuti in basso relativo al tasso di cambio EUR/JPY (euro vs yen), il mercato è fortemente rialzista con l’apertura delle borse europee e mette a segno uno strappo bullish molto robusto, come si evince anche dalla presenza di diverse candele ad ampio range rialziste. A questo punto, se si è fuori dal mercato, è possibile valutare un ingresso long in caso di ritracciamento delle quotazioni.
 
Ci aiutiamo con i ritracciamenti di Fibonacci (i migliori sono il 38.2% e il 50%) e con il test della media mobile esponenziale a 20 periodi. I prezzi iniziano a scendere e si fermano proprio sul 38.2% del ritracciamento della gamba rialzista. Inoltre, il pullback si ferma anche sulla EMA20 e rafforza il segnale rialzista di probabile prosecuzione del bullish trend. Da questo punto il trend rialzista ripartirà con forza, offrendo al day trader e/o allo scalper un’ottima opportunità di profitto.
 

Articoli Simili

ORO ($) Pivot point (livello di invalidazione): 1509,00

Administrator

PETROLIO (WTI) La tendenza resta al rialzo.

Administrator

Oro instabile con i progressi Brexit e Guerra Commerciale

Administrator