TrendAndTrading.it
Image default

NB: possibile long sul cambio NZD/USD

Sul forex la valuta più acquistata resta il dollaro neozelandese (NZD), che negli ultimi giorni sta sperimentando un forte flusso di acquisti sulle aspettative di un’imminente stretta monetaria da parte della Reserve Bank of New Zealand di Wellington……

Strategie forex: pullback con bearish engulfing sull’Aussie

Buongiorno a tutti. Oggi voglio mostrare una strategia forex che spiego ai miei allievi nei corsi di formazione dedicati allo swing & position trading. Si tratta del pullback da un minimo a 2 mesi di calendario. Nel case study presentato stamattina sul tasso di cambio AUD/USD viene mostrato come era possibile prendere posizione short lungo un fortissimo trend direzionale ribassista dopo la formazione di un pullback semplice verso la resistenza dinamica della EMA20.

Tasso di cambio AUD/USD – grafico daily

Tra l’altro l’Aussie ferma il suo rimbalzo a contatto con la resistenza statica di area 0,9170. E’ proprio qui che si forma una candela di debolezza, nella fattispecie il bearish engulfing. Questo è un classico segnale forex di proseguimento della tendenza principale dopo un pullback, che anche il mio allievo Giuliano S. ha sfruttato alla perfezione inserendo un ordine sell limit a 0.9080 ottenendo un eseguito quasi millimetrico. Ieri l’Aussie è crollato come da programma, colpendo subito il primo target di 0,8970 e avvicinandosi al secondo obiettivo di 0,8860. – See more at: http://nicoladantuono.blogspot.it/2013/12/strategie-forex-pullback-con-bearish.html#sthash.dlKrtayD.dpuf

Il cambio NZD/USD appare sempre molto tonico, anche se da inizio settimana è in forte congestione su base daily. Il Kiwi aveva formato un expansion pivot sul finire della scorsa settimana, ma poi ha iniziato una fase di consolidamento complice la forza del biglietto verde sui mercati valutari.

In attesa della minute del Fomc di questa sera, il Kiwi sembra pronto per esplodere. Molto probabilmente i prezzi andranno verso l’alto e la resistenza di 0,83 sarà perforata. Se questa view dovesse essere confermata, il cambio NZD/USD potrebbe ambire a un primo obiettivo di profitto a 0,84 e a un secondo target profit in area 0,8540. La compressione di volatilità è evidente, per cui il breakout sembra ormai alle porte.

Alla prossima

Autore: Nicola D’Antuono

Articoli Simili

Analisi dei principali Cross Valutari : EUR/USD Sorveglianza 1,1400

Administrator

Benetazzo: Le balene del bitcoin

Administrator

Analisi dei principali Cross Valutari : EUR/USD Target 1,1370

Administrator