TrendAndTrading.it
Image default

ND: Italia: debito pubblico record a 2.104 miliardi di euro!

In Italia, nonostante i proclami super-ottimistici del governo Letta e la diminuzione dello spread, le cose continuano ad andare male. Il paese va a rotoli: la classe dirigente ha perso qualsiasi tipo di credibilità;…..

Strategie forex: pullback con bearish engulfing sull’Aussie

Buongiorno a tutti. Oggi voglio mostrare una strategia forex che spiego ai miei allievi nei corsi di formazione dedicati allo swing & position trading. Si tratta del pullback da un minimo a 2 mesi di calendario. Nel case study presentato stamattina sul tasso di cambio AUD/USD viene mostrato come era possibile prendere posizione short lungo un fortissimo trend direzionale ribassista dopo la formazione di un pullback semplice verso la resistenza dinamica della EMA20.

Tasso di cambio AUD/USD – grafico daily

Tra l’altro l’Aussie ferma il suo rimbalzo a contatto con la resistenza statica di area 0,9170. E’ proprio qui che si forma una candela di debolezza, nella fattispecie il bearish engulfing. Questo è un classico segnale forex di proseguimento della tendenza principale dopo un pullback, che anche il mio allievo Giuliano S. ha sfruttato alla perfezione inserendo un ordine sell limit a 0.9080 ottenendo un eseguito quasi millimetrico. Ieri l’Aussie è crollato come da programma, colpendo subito il primo target di 0,8970 e avvicinandosi al secondo obiettivo di 0,8860. – See more at: http://nicoladantuono.blogspot.it/2013/12/strategie-forex-pullback-con-bearish.html#sthash.dlKrtayD.dpuf

le imprese non ricevono prestiti e falliscono in continuazione; le famiglie sono bersagliate dalle tasse; i redditi sono in forte calo e i consumi ridotti al lumicino; la disoccupazione è al 12,7% (record), con quella giovanile al 41,6% (altro record). Restando ai record destano molta preoccupazione, però, quelli negativi che continua a registrare il debito pubblico, che a novembre è clamorosamente schizzato di 18,7 miliardi di euro, nonostante imprese e famiglie abbiano fatto i salti mortali per pagare tasse spesso illogiche e sproporzionate.

Il governo ha bisogno di denaro e per questo sta tassando il paese in modo pazzesco, senza badare al boom dei disoccupati, all’esercito degli sfiduciati che il lavoro nemmeno più lo cercano e i continui casi di suicidio legati alla crisi economica, che sta distruggendo spesso la dignità delle persone. Ebbene, nonostante i grandi sacrifici fatti dagli italiani, il debito pubblico ha raggiunto il record storico di 2.104,1 miliardi di euro! Una cifra pazzesca, impossibile da ripagare. Un aspetto che può far male agli italiani è quello relativo al sostegno finanziario elargito ai paesi dell’area euro in difficoltà (Grecia, Irlanda, Portogallo, Spagna, Cipro).

Infatti il governo italiano ha prestato più di 55 miliardi di euro dal 2010 ad oggi, per aiutare i paesi dell’eurozona in difficoltà finanziarie. Davvero tutto molto buffo, se si pensa che fino a qualche tempo fa si parlava dell’Italia come di un paese spacciato in ambienti finanziari. A dicembre forse il debito risulterà più basso, ma i dati sono assolutamente preoccupanti: la sensazione è che la strada intrapresa dall’Italia (e dall’Europa) non sia affatto quella giusta. Ricorda tanto il periodo della Grande Depressione degli anni ’30 del secolo scorso, quando i politici si preoccupavano solo di aumentare le tasse senza badare alla crescita economica e al rilancio dell’occupazione. E sappiamo tutti, poi, come è andata a finire…

Autore: Nicola D’Antuono

Articoli Simili

DAX e SP 500 : DAX Supporto intraday intorno a 11254,00

Administrator

DAX e SP 500 : DAX Variabile

Administrator

DAX e SP 500 : SP 500 Pivot point: 2755,00

Administrator