TrendAndTrading.it

Oro al minimo di tre settimane, rischio contagio dall’Italia pesa sull’Euro

oro palladio argento

Oro al minimo di tre settimane, rischio contagio dall’Italia pesa sull’Euro. Il prezzo dell’oro è sceso ai nuovi minimi di 3 settimane a Londra, scendendo sotto 1.271$ con il dollaro a livelli record ed i mercati azionari europei in rialzo, nonostante gli sviluppi nella “guerra commerciale” di ieri…..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Adrian E. Ash – Bullion Vault


Nel frattempo il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha dato a Huawei una tregua di 90 giorni alla messa al bando che Trump ha annunciato la scorsa settimana, emettendo una “licenza generale temporanea” al gigante tecnologico cinese in modo da poter aggiornare il supporto per gli smartphone e le apparecchiature di telecomunicazione esistenti prima della nuova scadenza del 19 agosto.  

Il prezzo dell’oro del Regno Unito è sceso sotto i 1000 sterline – un massimo di 14 mesi quando raggiunto a dicembre – mentre la sterlina è rimbalzata dal suo valore più debole in dollari dall’inizio di maggio, con di Theresa May che si preparava a provare per la quarta volta ad ottenere l’approvazione del suo accordo Brexit a Westminster.  

Anche lo Yuan cinese è aumentato, in rialzo rispetto ai minimi del 2019 di lunedì.

Insieme ai prezzi dell’oro stabili di Shanghai, questo ha esteso il premio per i lingotti d’oro nel primo mercato al mondo del metallo giallo a 12$ l’oncia rispetto alle quotazioni di Londra, quasi il 50% in più dell’incentivo tipico alle nuove importazioni.

Come la sterlina, l’ euro è sceso ai minimi di 3 settimane contro il dollaro, scendendo di 0,3 centesimi rispetto ai minimi di 2 anni di fine aprile a 1,1150$.  

La debole crescita del PIL nella zona euro sarà probabilmente conferma nei dati di mercoledì, ed è atteso un discorso “accomodante” dal capo della Banca centrale europea Mario Draghi giovedì.  

Si prevede che i rapporti sull’attività di maggio del settore manifatturiero europeo mostreranno un’ulteriore contrazione nei primi sondaggi PMI di giovedì dall’agenzia di dati Markit.

L’Europa affronta un possibile ritorno della sua “crisi del debito” avverte il dott. Lars Feld, un membro del Consiglio tedesco degli esperti economici, con il peggioramento della guerra commerciale e il rallentamento in Germania, rischiando “potenziale contagio” dei piani di deficit di spesa del governo italiano.  

I prezzi dell’oro in euro sono diminuiti a minimi di 3 settimane al di sotto di 1.140€ l’oncia, in calo del 4,0% rispetto al massimo di due anni a febbraio.  

“Sebbene alcuni mercati, come i mercati azionari occidentali, abbiano iniziato a riprendersi dall’escalation della guerra commerciale di maggio, è prematuro estrapolare la stabilità”, considerano gli analisti della banca d’investimento statunitense JPMorgan, indicando lo Yen giapponese e l’oro come potenziali beni rifugio che sono attualmente “sottovalutati da parte degli investitori, mentre la Federal Reserve statunitense si prepara a tagliare i tassi di interesse del dollaro.

Le scommesse su una fine del 2019 con il tasso chiave della Fed all’attuale 2,50% sono ora scese sotto un terzo di tutti i contratti speculativi, secondo i dati del CME.

“Il mondo è fragile”, concorda Laurence Boone, capo economista dell’OCSE a Washington, ed “è molto difficile essere resilienti a ciò che sta accadendo sul lato commerciale.

“La crescita globale si è stabilizzata, ma rimane debole con il forte calo della crescita commerciale”.

Esortando i governi nazionali a incrementare la spesa fiscale “ove possibile”, l’ultima prospettiva dell’OCSE avverte che se gli Stati Uniti e la Cina impongono le tariffe del 25% minacciate sui rispettivi beni, la produzione economica USA diminuirà dello 0,6% e quella della Cina dello 0,8% nei prossimi 2 anni.

La casa automobilistica quotata negli Stati Uniti Ford (NYSE: F) dice che sta tagliando 7.000 posti di lavoro in tutto il mondo per cercare di risparmiare 600 milioni di dollari all’anno.

La British Steel, salvata ripetutamente nel Regno Unito è nel frattempo pronta per la liquidazione a meno che non possa assicurare un prestito da 75 milioni di sterline (100 milioni di dollari) da parte del governo, rischiando un totale di 25.000 posti di lavoro, compresi i fornitori.

L’argento martedì ha esteso il calo dei prezzi dell’oro, scivolando sotto 14,40$ l’oncia per la prima volta dall’inizio di dicembre.

Il prezzo del platino ha cancellato l’ultimo balzo del precedente 13,0% rispetto ai minimi di marzo, tornando a 809$/oncia.

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

ORO ($) Pivot point (livello di invalidazione): 1509,00

Administrator

PETROLIO (WTI) La tendenza resta al rialzo.

Administrator

Oro instabile con i progressi Brexit e Guerra Commerciale

Administrator