TrendAndTrading.it

Oro correzione, Trump minaccia la “fine dell’Iran”

oro palladio argento

Oro correzione, Trump minaccia la “fine dell’Iran”. Il prezzo dell’oro è stabile oggi a Londra, in calo di 1$ dalla chiusura della scorsa settimana, quando il gigante tecnologico statunitense Google ha accettato le istruzioni di Donald Trump di bloccare Huawei,…

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Adrian E. Ash – Bullion Vault


ed il Presidente ha minacciato la “fine dell’Iran” se questo dovesse minacciare gli interessi degli Stati Uniti.

I prezzi del greggio sono saltati ai massimi di più settimane dopo che l’Opec ha indicato di voler continuare i tagli produttivi dello scorso anno.

I mercati azionari occidentali sono crollati con l’aumentare delle tensioni, ma i mercati azionari asiatici sono aumentati complessivamente – e il Sensex di Mumbai è balzato ai nuovi massimi storici – con i leader Narendra Modi in India e Scott Morrison in Australia in testa alle rispettive elezioni nazionali.

Trump ieri si è unito all’Arabia Saudita per mettere in guardia l’Iran contro l’inizio di un conflitto militare in Medio Oriente – una minaccia iniziata su Twitter – dopo il “sabotaggio” della scorsa settimana di 4 navi nella regione.

I prezzi spot dell’oro sono stati vicini a 1.276$ l’oncia dopo essere scesi sotto il supporto intorno ai 1.280$ venerdì, mentre il dollaro USA toccava il massimo di 21 mesi nell’indice DXY contro un paniere delle principali valute.

L’argento ha seguito i prezzi dell’oro, invertendo un piccolo rally dal nuovo minimo di 5 mesi di venerdì a 14,40$ l’oncia.

Nel frattempo i prezzi del platino sono scivolati ai minimi da 10 settimane a 812$, in calo di oltre 100$ dal massimo di 11 mesi di aprile.

“Per l’oro, 1.265$ è ora un supporto fondamentale”, ha indicato Reuters.

“Una chiusura quotidiana al di sotto di quella regione implica una correzione molto più profonda che potrebbe essere imminente”.

SPDR Gold Trust (NYSEArca: GLD) – il fondo ETF più grande al mondo in oro – è aumentato di 2,9 tonnellate ad un sottostante totale di 736 tonnellate la scorsa settimana.

È stato il primo guadagno settimanale 6 settimane di riduzioni.

Gli hedge fund e gli altri speculatori la scorsa settimana hanno alzato le scommesse sull’oro, aumentando la posizione lunga sui futures e le opzioni del Comex – al netto delle stesse scommesse al ribasso – del 234% secondo il regolatore statunitense CFTC,al picco di 7 settimane.

Questo non tiene contro del fatto che martedì i prezzi sono poi siminuiti sotto i 1.280$/oncia.

Il gigante dei motori di ricerca di Google, Alphbet (Nasdaq: GOOGL) nel fine settimana ha sospeso l’accesso di Huawei agli aggiornamenti del proprio sistema operativo Android, mentre i produttori di chip hanno tagliato le forniture alla società cinese delle telecomunicazioni – in conformità con gli ordini del governo statunitense che cerca di far mettere al bando Huawei in tutto il mondo.

Non sono stati programmati ulteriori colloqui commerciali tra i principali negoziatori commerciali cinesi e statunitensi dall’ultimo round conclusosi il 10 maggio, quando Trump ha aumentato le tariffe di su 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi al 25%.

La scorsa settimana la guerra commerciale USA-Cina è aumentata drasticamente quando la Cina ha risposto aumentando le tariffe su 60 miliardi di dollari in merci americane.

In un’intervista con Fox registrata la scorsa settimana e trasmessa in onda domenica sera, Trump ha indicato che un accordo forte e vantaggioso era stato raggiunto, ma Pechino ne ha modificato i termini, costringendo Washington ad aumentare le tariffe.

“[Riyadh] farà tutto il possibile per impedire questa guerra”, ha detto Adel al-Jubeir, ministro degli Affari esteri dell’Arabia Saudita, ad una conferenza stampa di domenica.

“[Ma] allo stesso tempo riaffermiamo che nel caso in cui l’altra parte scegliesse la guerra, il Regno risponderà con tutta la forza e la determinazione, e difenderà se stesso ei suoi interessi”.

Lo scambio di commenti arriva dopo gli attacchi alle risorse petrolifere saudite la scorsa settimana, più il lancio di domenica di un missile nella “Zona verde” pesantemente fortificata di Baghdad vicino all’ambasciata degli Stati Uniti in Iraq.

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

Petrolio : PETROLIO (WTI) 59,15 previsti

Administrator

Oro e Argento : ARGENTO ($) 16,6000 previsti

Administrator

Oro e Argento : ARGENTO ($) Supporto intraday intorno a 16,3700

Administrator