TrendAndTrading.it

Oro in aumento con l’azionario europeo

Oro

L’oro ha guadagnato 2$/oncia mercoledì a Londra, salendo al picco di due settimane a 1306,43$/oncia nonostante il dollaro stia guadagnando terreno sull’onda dei nuovi dati positivi sull’inflazione………

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Davide Pecoraro – Bullion Vault


Nonostante l’inflazione di marzo sia in ripresa, i dati sui salari reali hanno mancato le aspettative degli analisti, offrendo una prospettiva poco lusinghiera per un’economia basata sul consumo.

L’oro in sterline oggi ha perso fino a 4,5£ rispetto al picco di due settimane di ieri oltre la quota 1000£, ma ha riguadagnato terreno e ritoccato le quattro cifre a metà giornata, mentre i titoli dei giornali riportavano che il presidente francese Emmanuel Macron sarebbe intenzionato a richiedere la rimozione del Regno Unito dalla Commissione Europea in cambio di un ritardo di diversi mesi alla data della Brexit.

La richiesta della May di una posticipazione al 30 giugno è già stata respinta, con i leader europei concordi nel considerare inutile la breve estensione, alla luce dei disaccordi interni al governo britannico.

L’euro oggi ha perso terreno dopo che il presidente della BCE Mario Draghi ha rassicurato sul fatto che l’Eurozona non andrà in recessione “nonostante i nuovi dati presentino uno scenario debole”, ma la reiterazione del mantra “faremo tutto il possibile” è parsa difensiva ai mercati, ed è costata quasi mezzo centesimo alla moneta unica, che è passata da 1,1289 a 1,1241$.

Draghi oggi ha anche avvertito che le continue minacce del presidente americano Donald Trump di dazi sulle merci europee stanno minando la fiducia economica dell’Eurozona: “anche se tra parole ed azioni, come abbiamo già visto, c’è molta differenza, è certo che le continue minacce stiano già diminuendo la fiducia generale”.

Di conseguenza, l’azionario europeo è salito grazie alla certezza di una politica accomodante della BCE, ma i rendimenti dei titoli di Stato sono diminuiti.

L’ oro in euro, già in rimonta dalla chiusura della scorsa settimana a 1.151,81€/oncia, è saltato di 5€ in giornata a 1.161€/oncia.

Con il Fondo Monetario Internazionale che ha riespresso mercoledì la preoccupazione che l’ Italia costituisca un pericolo per l’economia europea, il governo italiano ha oggi firmato un accordo con la Cina per una reciproca agevolazione fiscale, con l’intento di facilitare gli investimenti italiani in Cina e viceversa.

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

Petrolio : PETROLIO (WTI) 59,15 previsti

Administrator

Oro e Argento : ARGENTO ($) 16,6000 previsti

Administrator

Oro e Argento : ARGENTO ($) Supporto intraday intorno a 16,3700

Administrator