TrendAndTrading.it
Image default

Oro Rischio crollo strutturale del credito americano, FMI taglia le stime

Martedì a Londra l’oro ha mostrato un piccolo rialzo di 5$/oncia, cancellato velocemente in mattinata per tornare sui 1.186$/oncia……

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter giornaliera  gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Davide Pecoraro – Bullion Vault


Il Fondo Monetario Internazionale ha tagliato le stime per la crescita del PIL mondiale per il 2018-2019 al 3,7%. Hanno pesato principalmente le retoriche protezionistiche trasformatesi in atti pratici, i rischi annunciati nel report di giugno che si sono materializzati o aggravati e di conseguenza la cautela nelle spese capitali delle grandi aziende in un clima di incertezza.

Le previsioni di crescita di USA e Cina sono state ridotte, come anche quelle dell’Unione Europea e del Regno Unito.

I tagli alle tasse e le politiche di spesa del governo americano hanno dato uno stimolo all’economia, ma questo diminuirà gradualmente e scomparirà entro il 2020.

Il FMI ha raccomandato ai governi di attuare politiche volte ad una più equa spartizione della crescita economica, per evitare che la sfiducia nelle istituzioni porti a nuove politiche di protezionismo, in risposta ai cambiamenti strutturali dell’economia mondiale.

Alcuni analisti lanciano invece l’allarme sul rischio di una crisi strutturale, come John Hathaway di Tocqueville Asset Management che indica un grosso rischio di default del credito americano, con un deprezzamento del dollaro fino al 30%.

Dopo il meeting tra il presidente della Commissione Europea Juncker e il presidente della camera Fico, la Borsa italiana è diminuita al minimo di sette mesi, ma è tornata poi a salire dello 0,85%. I titoli di Stato in ribasso hanno spinto in alto lo spread a 317, picco di cinque anni, il quale è poi tornato sui 300 punti.

L’euro vale 1,1432 dollari, il minimo di sette settimane, il che ha spinto l’oro a 1.038€/oncia.

Nel Regno Unito le tensioni nel governo sulla Brexit hanno spinto in basso la sterlina, ma la diminuzione dell’oro nei mercati internazionali è stata più veloce, portando il prezzo a 908£/oncia.

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

Petrolio : Pivot point 56,50

Administrator

Oro e Argento : ORO ($) La tendenza resta al rialzo

Administrator

Oro e Argento : ORO ($) Posizioni lunghe sopra 1211,00

Administrator