TrendAndTrading.it
Image default

Oro trascinato dalla Guerra Commerciale, Italia tecnicamente in recessione

Oro trascinato dalla Guerra Commerciale, Italia tecnicamente in recessione. I prezzi dell’oro si sono attestati appena sotto il picco di 5 settimane di ieri a Londra mercoledì mattina, vicino a 1.240$ l’oncia, mentre i mercati azionari asiatici ed europei hanno esteso il forte calo di Wall Street……..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Davide Pecoraro – Bullion Vault


Il politburo cinese a Pechino nel frattempo ha espresso “fiducia” verso il raggiungimento di un nuovo accordo commerciale con gli Stati Uniti, dopo che un periodo di 90 giorni prima delle nuove tariffe di importazione è stato concordato dai presidenti Xi e Trump al vertice del G20 lo scorso fine settimana.

“La Cina non vuole le tariffe!” Trump ha twittato ieri – tra l’altro commentando che i manifestanti della tassa sul carburante in Francia stanno cantando “We want Trump” come parte di una “ribellione borghese contro il marxismo culturale”, dell’accordo sul clima di Parigi.

“…. Io tifo per i dazi. Quando persone o paesi entrano per razziare la grande ricchezza della nostra nazione, voglio che paghino per questo privilegio.

Sarà sempre il modo migliore per massimizzare il nostro potere economico. In questo momento stiamo prendendo miliardi di dollari in dazi. MAKE AMERICA RICH AGAIN”.

Lunedì i rendimenti dei titoli del Tesoro USA a 2 anni sono saliti al di sopra dei rendimenti a 5 anni, suggerendo che il mercato prevede tagli dei tassi di interesse imminenti.

Ma lo spread, più preso in considerazione, del rendimento a 10 contro quello a 2 anni rimane positivo.

Rispetto ad un mese fa, le scommesse sull’aumento del tasso chiave tre volte entro la fine del 2019 da parte della Federal Reserve si sono dimezzate in base ai dati del CME, scendendo dal 59,1% delle posizioni speculative a solo 30,0% di ieri sera.

Dopo aver monitorato da vicino il tasso di cambio dello yuan cinese contro il dollaro USA per tutto il 2018, i prezzi dell’oro sono aumentati con lo yuan in ribasso da ottobre, estendendo la forbice fino a dicembre.

Lo yuan questa mattina è salito a 0,1464$. L’oro sarebbe oggi a 1.200$ l’oncia se il trend di correlazione del 2018 con lo yuan non si fosse spezzato.

Mercoledì, i prezzi dell’oro in euro sono tornati sopra i 1.090€ l’oncia dopo aver raggiunto il massimo di 6 settimane ieri, mentre la Commissione europea ha affermato che la coalizione di governo italiana “è ora disposta ad ascoltare il nostro punto di vista” sul taglio del deficit di bilancio nel piano del 2019.

Intanto, secondo gli ultimi dati dell’Istat e della Banca d’Italia, l’economia italiana avrebbe perso terreno nel terzo trimestre di quest’anno.

Il settore manifatturiero si è contratto alla velocità maggiore di quattro anni a novembre, e l’esportazione di servizi è diminuita per il quinto mese consecutivo.

Secondo Amripat Virdee di IHS Markit, citato da Bloomberg, “i dati di Novembre indicano un’esecuzione di bilancio negativa”.

Questo significa due contrazioni consecutive, la definizione tecnica di recessione.

Il governo è già stato messo a dura prova dalla Commissione Europea a causa del programma di aumento del deficit, che dovrebbe fornire uno stimolo all’economia ma che fino ad oggi ha causato danni in termini di spread e fiducia degli investitori nel mercato,

in un periodo già difficile per la domanda mondiale in discesa e l’economia della Germania, uno dei mercati maggiori per l’Italia, in ribasso.

Il premier Conte ha spiegato a Repubblica che, anche con una riallocazione di risorse che eviti le procedure di infrazione europee, le riforme sono urgenti e non sindacabili.

La Borsa italiana ha riconquistato un pareggio con l’indice FTSE Mib che ha segnato un +0,4%, mentre il crollo di ieri di Wall Street ha trascinato in basso tutte le altre Borse europee.

A Londra il governo di Theresa May è stato sconfitto 3 volte nella Camera dei Comuni martedì, costringendolo a pubblicare un parere legale privato e ad accettare un ruolo più importante per il Parlamento nel rinegoziare la Brexit qualora l’accordo di maggio fosse respinto dai legislatori nel voto chiave della prossima settimana.

Alcuni opinionisti vedono questa mossa come un’apertura alla cancellazione da parte del Regno Unito dell’articolo 50 per rimanere nell’Unione europea, una mossa che potrebbe fare unilateralmente, senza che gli altri 27 Stati dell’UE siano d’accordo, secondo il parere legale della Corte di giustizia europea.

Il prezzo dell’oro in sterline oggi si è ritirato a 969£/oncia dopo aver toccato il massimo da metà giugno a 977£.

Mercoledì i prezzi dell’argento sono scesi a 14,48$  dopo aver toccato i massimi di 4 settimane sopra i 14,60$ l’oncia.

Il platino, nel frattempo, è tornato sotto gli 800$, mentre il palladio ha fatto ancora un balzo, raggiungendo 1.260$ l’oncia e superando per la prima volta dal 2003 i prezzi dell’oro secondo Bloomberg.

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

Oro e Argento : ORO ($) Ulteriore rialzo

Administrator

Petrolio : Consolidamento a breve termine pronto

Administrator

Gold & Silver Investor Index – novembre 2018

Administrator