TrendAndTrading.it

Oro verso il recupero, interesse di Google ai minimi dal 2007

oro palladio argento

Oro verso il recupero, interesse di Google ai minimi dal 2007. Il prezzo dell’oro nel commercio di Londra è rimasto intorno a 1.280 l’oncia mercoledì, in attesa della decisione della Federal Reserve statunitense sui tassi di interesse del Dollaro…..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Adrian E. Ash – Bullion Vault


che secondo le previsioni prevalenti non cambierà l’attuale picco degli ultimi 11 anni del 2,50%.

I mercati dell’oro di Tokyo e Shanghai sono stati chiusi durante la notte per le festività nazionali.

Le scommessesui futures della Fed ora indicano il 71% delle possibilità che la banca centrale USA tagli il suo tasso di interesse chiave entro la sua prima riunione nel 2020.

“Nonostante il mercato stia nuovamente valutando una probabilità crescente di un taglio del tasso della Fed quest’anno”, affermano gli analisti di Standard Chartered, “continuiamo a prevedere che i prezzi dell’oro si consolideranno ad un livello più basso”, prevedendo una media del secondo trimestre di 1.285$/oncia.

StanChart prevede poi che i prezzi dei lingotti d’oro “si riprendano con una media di 1.325$ per oncia nel quarto trimestre”.

In calo a 1.286$ in aprile, i prezzi dell’oro erano in media 1.303 tra gennaio e marzo 2019, quasi corrispondenti alla media trimestrale del secondo trimestre 2018.

Nel frattempo mercoledì, Cina, Hong Kong, Messico, Brasile e Cile, oltre a Germania, Francia, Italia e molte altre borse europee sono rimaste chiuse per il primo maggio.

Anche la NSE indiana è rimasta chiusa per il Maharashtra Day della regione di Mumbai, mentre i mercati azionari giapponesi sono rimasti chiusi per l’ascesa al trono dell’Imperatore Naruhito.

Le azioni australiane sono aumentate dello 0,8% oggi, avvicinandosi al nuovo massimo 12 anni della scorsa settimana, ma i principali titoli di estrazione dell’oro Evolution (ASX: EVN) e Northern Star (ASX: NST) sono entrambi diminuiti del 4,5% rispetto al mese di gennaio, massimo storico.

“I risultati positivi delle società statunitensi hanno portato l’indice S&P500 a un nuovo massimo storico”, si legge in una nota del gruppo di raffinazione tedesco Heraeus, “e molti altri mercati azionari hanno registrato quest’anno forti recuperi.

“Come risultato, l’oro ha ricevuto meno attenzione.”

Le ricerche su Internet da parte di investitori di tutto il mondo che volevano “comprare oro” sono scese il mese scorso al loro volume più debole dal minimo degli ultimi 11 anni della scorsa estate.

Le vendite di monete d’oro American Eagle dalla Zecca degli Stati Uniti sono scese del 26,1% ad aprile da marzo, ma il totale da inizio anno è ora superiore del 40,3% rispetto ai primi 4 mesi del 2018 secondo CoinNews.net

Il prezzo dell’oro in sterline oggi hanno cancellato il guadagno dell’1,4% della scorsa settimana, di nuovo a 980£ dopo che la sterlina è aumentata dopo i dati sui prestiti a privati più deboli del previsto, ma una lettura più forte dell’indice Markit PMI dell’attività manifatturiera nel Regno Unito.

In vista delle elezioni locali di giovedì, ampiamente considerate un campo di battaglia per i politici pro e anti-Brexit, il partito laburista di opposizione ha confermato che il suo manifesto per la partecipazione alle elezioni dell’Unione europea di questo mese non richiederà un secondo referendum “di conferma” sulla Brexit.

Il greggio Brent è calato anche mercoledì, arretrando al livello più basso in 2 settimane al di sotto di 72$ al barile, -3$ dai massimi da 6 mesi della scorsa settimana.

Le sanzioni degli Stati Uniti contro i paesi che acquistano petrolio dall’Iran – che inizieranno domani – costringono i raffinatori nel principale importatore di petrolio iraniano, l’India, a cercare nuovi rifornimenti di qualità inferiore, rischiando di aumentare sia i prezzi del carburante che l’inflazione, secondo l’ambasciatore di New Delhi a Washington.

Per battere le sanzioni statunitensi contro il suo programma di ricerca nucleare, Teheran sta cercando di sostituire il commercio di dollari con il petrolio, riporta il Jerusalem Post, a cominciare dal canale di pagamenti Instex lanciato a gennaio dalle nazioni europee anti-sanzioni Germania, Francia e Regno Unito.

Tornando al mercato professionale di Londra, la banca d’affari francese Société Générale (EPA: GLE) ha nel frattempo rassegnato le dimissioni dal commercio dell’oro, indica Reuters citando la LBMA.

Ciò lascia 12 istituzioni che quotano i prezzi dei lingotti, come 5 anni fa.

Estendendo il calo dell’oro oggi, i prezzi dell’argento sono scesi a 14,81$ l’oncia.

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

Petrolio : PETROLIO (WTI) 59,15 previsti

Administrator

Oro e Argento : ARGENTO ($) 16,6000 previsti

Administrator

Oro e Argento : ARGENTO ($) Supporto intraday intorno a 16,3700

Administrator