TrendAndTrading.it

Palladio, comparto auto Cina sostiene la domanda

18 argento

Deficit 2013 sotto le attese
Novembre a due velocità per i prezzi del Palladio. Dopo esser salite ai massimi da quasi tre mesi, le quotazioni di questo metallo al London Platinum & Palladium Market hanno perso…..


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


oltre sei punti percentuali portandosi agli attuali 715 dollari l’oncia. I ribassi sono stati innescati dai dati relativi l’andamento del mercato del Palladio diffusi dal colosso britannico Johnson Matthey (Jm). Secondo il primo raffi natore di platinoidi, che lo scorso 12 novembre ha presentato il “Platinum 2013 Interim review”, il mercato di questo metallo nel 2013 vedrà il defi cit produttivo scendere del 36% a 740 mila once.
L’automotive cinese sostiene la domanda
L’ottanta per cento dell’offerta di Palladio arriva da soli due Paesi: il Sudafrica e la Russia. Nel primo caso l’output deve fare i conti con la crisi dell’industria mineraria che negli ultimi mesi ha più volte bloccato la produzione nelle miniere del Bushveld Complex, una struttura geologica che rappresenta la più grande riserva mondiale di questo metallo. Il Palladio russo arriva invece dal colosso minerario Norilsk Nickel, che da solo soddisfa il 40% dell’offerta mondiale. Per venire incontro al costante incremento delle richieste Norilsk Nickel è solita acquistare ingenti quantità di questo metallo dalla Banca centrale e dal Gokhran, l’ente statale che gestisce gli stock di metalli preziosi e gemme. Nonostante il livello delle scorte detenute dalle autorità moscovite sia coperto da segreto di Stato, gli analisti sono concordi nel ritenere che gli stock siano quasi esauriti. Nel 2013 Jm stima che il calo delle forniture in arrivo dalle autorità russe, attese a 100 mila once, farà scendere l’offerta globale di Palladio di un punto e mezzo percentuale a 6,43 milioni di once. In particolare evidenza il metallo riciclato, visto in aumento del 7,4% a 2,46 mln. Nonostante la forza delle richieste in arrivo dal comparto auto, dove il Palladio è utilizzato nella produzione di marmitte catalitiche di motori a benzina (per i motori diesel viene utilizzato il platino), la domanda complessiva è stimata in rosso del 3,4% a 9,63 milioni. La crescita delle vendite sul mercato cinese e su quello statunitense (nei due Paesi gran parte del parco auto è composto da vetture a benzina) farà salire le richieste in arrivo dall’automotive del 4% mentre la domanda industriale è vista in rosso del 6,6% (a 2,2 milioni di once, minimo dal 2004), l’utilizzo in gioielleria dovrebbe arretrare del 12,4% (a 390 mila, il livello più basso da 10 anni) e la domanda da investimento farà segnare una contrazione di oltre l’80% a 75 mila once. Nei prossimi anni la quota di domanda in arrivo dall’automotive è destinata a crescere ulteriormente grazie alla forza del mercato automobilistico nei mercati emergenti e all’utilizzo di nuove tecnologie produttive tramite le quali è possibile sostituire il platino con il meno costoso Palladio nella produzione di catalizzatori per motori diesel.
Prezzi attesi in risalita
In questo contesto, Jm stima per i prossimi sei mesi quotazioni del Palladio nel range 680-815 dollari l’oncia con il prezzo medio atteso a 760 dollari, circa sei punti percentuali in più rispetto ai livelli attuali. Sostanzialmente in linea il consenso elaborato dagli analisti contattati dalla London Bullion Market Association, secondo cui il prezzo medio nell’anno corrente si attesterà a 744 dollari, circa 100 dollari in più rispetto al dato 2012.

 

Fonte: RBS

Articoli Simili

ORO ($) Pivot point (livello di invalidazione): 1509,00

Administrator

PETROLIO (WTI) La tendenza resta al rialzo.

Administrator

Oro instabile con i progressi Brexit e Guerra Commerciale

Administrator