TrendAndTrading.it

PC: A Piazza Affari l’indice Ftse Mib scambia a quota 22.366 punti

Borse europee contrastate in avvio di seduta, dopo che il giovane conservatore, Sebastian Kurz, promotore di una linea anti-immigrazione,……..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

potrebbe diventare il nuovo leader di governo in Austria in seguito alle elezioni di ieri, ma il suo partito resta comunque lontano dai numeri necessari per raggiungere la maggioranza e, probabilmente, dovrà cercare una coalizione con l’estrema destra dell’Fpo. Stamane scade inoltre l’ultimatum del governo spagnolo al presidente catalano, che dovrà chiarire se, nel suo discorso al parlamento, abbia dichiarato o meno l’indipendenza della regione. Puigdemont, in una lettera al premier spagnolo ha affermato che il dialogo con il governo centrale dovrebbe tenersi nei prossimi mesi. Sul fronte della Bce, da Washington sono arrivate nella giornata di sabato le parole del presidente Mario Draghi, che a margine dell’evento del Fmi, ha detto che la crescita salariale non è riuscita a rispondere alle misure di stimolo, ma l’istituto centrale europeo resta convinto che sia il mercato del lavoro il responsabile del basso livello dei prezzi, e non un mutamento strutturale nella natura dell’inflazione. Dopo il risultato elettorale austriaco e in scia ai timori relativi alla catalogna, l’euro è sulle difensive: la moneta unica vale 1,1780 dollari da una chiusura di venerdì di 1,1822 dollari e 131,71 yen da 132,19. 

Ftse/Mib  

A Piazza Affari l’indice Ftse Mib scambia a quota 22.366 punti (0,21%) ad inizio seduta; Eni apre la settimana in positivo, con un +0,21% a 14 euro, seguono anche Saipem (+0,40% a 3,54 euro) e Tenaris (+0,09% a 11,64 euro). Mentre Atlantia, che segna un 0,15% a 27,41 euro, si dice pronta a un rilancio della sua offerta per Abertis se il gruppo spagnolo Acs lancerà una contro offerta. Rimane sotto la lente di monitoraggio Telecom italia, visto che a quanto pare il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, incontrerà questa settimana il nuovo Amministratore Delegato, Amos Genish, per discutere di un patto sulla rete. Secondo fonti di stampa, si sta facendo largo l’ipotesi che la sicurezza della rete venga certificata da un soggetto terzo e indipendente, e non più da Telecom stessa. Sul fronte Bancario, Banco Bpm, che dovrebbe riuscire a dismettere oltre 5 miliardi di euro di crediti in sofferenza entro giugno dell’anno prossimo, cede lo 0,59% a 3,016 euro; Intesa Sanpaolo scivola a quota 2,844 euro. Popolare di Sondrio resta stabile a quota 3,42 euro, dopo aver sottoscritto con la Fondazione Cassa di Risparmio di Cento una lettera di intenti non vincolante finalizzata ad approfondire la possibile acquisizione della maggioranza di Cassa di Risparmio di Cento.

Commodities

Il prezzo del greggio apre la settimana in rialzo, sulla scia della notizia che le truppe irachene si sono scontrate con le forze armate curde vicino Kirkun, alimentando i timori per le possibili interruzioni della produzione nella regione. Il greggio WTI guadagna intorno all’1% e tocca i 52 dollari al barile; mentre il Brent si attesta a 57,84 dollari al barile, con un balzo di 67 centesimi. Nonostante i segnali rialzisti, gli analisti avvertono che l’Opec dovrà prorogare l’accordo sulla riduzione della produzione oltre alla data di scadenza prevista per marzo 2018, per far tornare il mercato in equilibrio.  

 

Fonte: Trendandtrading.it – Private & Consulting SIM SpA

Articoli Simili

DAX Tendenza al rialzo sopra 12835,00

Administrator

DAX Consolidamento. Pivot point 12730,00

Administrator

DOW JONES breve e medio lungo periodo 18 Ottobre 2019

Administrator