TrendAndTrading.it

PC: Borse europee in rialzo in avvio di una settimana che sarà ancora dominata dalla questione catalana

Borse europee in rialzo in avvio di una settimana che sarà ancora dominata dalla questione catalana, tra tensioni e speranze di dialogo;……..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

ieri per le strade di Barcellona hanno sfilato circa 350.000 persone contrarie all’indipendenza della Catalogna, a seguito delle numerose manifestazioni già tenutesi in diversi luoghi della Spagna a favore del dialogo. Tuttavia, il presidente separatista delle Catalogna ha lasciato intendere di essere pronto a dichiarare unilateralmente l’indipendenza, se il governo centrale della Spagna non risponderà alle proposte di mediazione per provare a risolvere la grave crisi nella regione. Nel corso del weekend, il premier spagnolo Rajoy non ha escluso la rimozione del governo locale e la convocazione di nuove elezioni, continuando a minacciare anche la sospensione dell’autonomia. Sul fronte Mondiale, continuano le schermaglie tra Stati Uniti e Turchia e tra Stati Uniti e Corea del Nord; nei giorni scorsi è emersa la notizia, riportata dalla stampa russa, secondo cui Pyongyang starebbe preparando per il prossimo futuro il test di un nuovo missile a lungo raggio che ritiene possa raggiungere la costa occidentale degli Stati Uniti. Aumentano le tensioni fra Usa e Turchia, con il rischio di accentuare l’isolamento del Paese asiatico dopo la svolta autoritaria del presidente Erdogan. Le autorità turche hanno deciso di sospendere le domande di visto statunitensi dopo la decisione recente dell’ambasciata Usa di Ankara di limitare servizi analoghi, in risposta all’arresto di un funzionario del Consolato generale degli Usa ad Istanbul.

Ftse/Mib

A Piazza Affari l’indice Ftse Mib sale dello 0,38% a quota 22.476 punti. Con il prezzo del petrolio in risalita, Eni è stabile sulla parità a 13,85 euro, Saipem segna un -0,11% a 3,59 euro e Tenaris un 0.08% a 11,94 euro. Bene le banche, in attesa che questa mattina la Vigilanza della BCE pubblichi i risultati della nuova tornata di stress test condotta sulle dieci principali banche italiane. Sono coinvolte nell’esame Intesa Sanpaolo (+0,14% a 2,93 euro), Unicredit (+0,58% a 17,42 euro), Ubi (+1,31% a 4,17 euro), Bper (+1,27% a 4,78 euro), Mediobanca (+0,66% a 9,21 euro), Popolare di Sondrio, Credem, Iccrea e Banca Carige. Allianz non ha invece presentato un’offerta per la partnership di bancassurance con Banco Bpm. Segno più per Telecom Italia (+0,92% a 0,77 euro) in seguito agli apprezzamenti di Naguib Sawiris, azionista di controllo di Dada, che si è detto sempre più disposto ad investire nella più grande compagnia telefonica del Paese. Occhio ad Atlantia (-0,18% a 27,54 euro), visto che è in arrivo il via libera dell’autorità di vigilanza spagnola all’offerta di Abertis. 

Commodities

Nella giornata di venerdì sono crollati i future del greggio, dopo l’impennata multi settimanale, per via dei timori sull’eccesso di scorte; tuttavia, la settimana apre con il prezzo del petrolio in risalita (il Brent segna un +0,22% a 55,73 dollari al barile) grazie alle attese secondo cui l’Arabia Saudita continuerà a ridurre l’output a sostengo dei prezzi. Gli ultimi dati mostrano anche un calo del numero delle nuove trivellazioni negli Stati Uniti; sempre negli Usa, è attesa oggi la riapertura di porti, siti produttivi e raffinerie, chiusi per l’arrivo dell’uragano Nate.  

 

Fonte: Trendandtrading.it – Private & Consulting SIM SpA

Articoli Simili

DAX Tendenza al rialzo sopra 12835,00

Administrator

DAX Consolidamento. Pivot point 12730,00

Administrator

DOW JONES breve e medio lungo periodo 18 Ottobre 2019

Administrator