TrendAndTrading.it
Image default

PC: Continua il periodo negativo per il Bund future

Settimo rialzo consecutivo nell’ultima seduta dell’anno alla Borsa di Tokyo, che ha concluso il 2013 con il migliore risultato annuale complessivo in oltre quattro decenni, registrando un incremento di circa il 56,72%,…

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


rispetto ai 10.395,18 punti della chiusura finale del 2012. La tendenza positiva odierna é stata ancora una volta favorita soprattutto dal forte deprezzamento dello yen sui mercati valutari, del quale hanno beneficiato in primo luogo i comparti maggiormente esposti sul fronte dell’export. Ancora meglio si é comportato oggi il Topix relativo all’intero listino, che a sua volta ha guadagnato lo 0,94% per attestarsi infine a quota 1.302,29: +52% rispetto ad un anno fa. Le borse europee archiviano una settimana positiva (Ftse Mib +2,11%, Eurostoxx50 +2,65%) e aprono contrastate. Lo spread tra btp italiani e bund tedeschi si attesta, in avvio di giornata, a 228 punti. Il rendimento è al 4,23%. Oggi intanto sul mercato primario il Tesoro colloca tra 2 e 3 miliardi di BTp a 5 anni con cedola al 3,5% e tra 2 e 2,5 miliardi di BTp a 10 anni con cedola al 4,5%. Andamento stabile per l’euro, sopra quota 1,37 dollari, rispetto all’apertura di venerdì. La moneta unica passa di mano a 1,3758 dollari e guadagna marginalmente anche verso la valuta nipponica a 144,95 yen. Dollaro/yen a 105,37.

Ftse/Mib
Dopo aver superato al rialzo la barriera dei 18.000 punti, il 18/12, il Ftse Mib non si è più arrestato ed ha archiviato una seduta positiva dopo l’altra, per arrivare a toccare oggi i 19.000 punti.
A questo punto il trend è positivo sia in ottica di breve, che di medio termine. Una chiusura sopra i 19.000 punti darebbe un’ulteriore segnale di conferma.

Commodities
Trend ascendente anche per il crude oil. È individuabile una resistenza a quota 100,89, al superamento della quale la commodity è probabile che raggiunga velocemente il prezzo target di 102,30 dollari a barile.
Solo la rottura al ribasso del supporto statico a quota 95,95 $, disegnato in blu nel grafico, negherebbe lo scenario sopra descritto

Mercato Obbligazionario
Continua il periodo negativo per il Bund future. Infatti, le quotazioni oscillano nel canale discendente che si è delineato da inizio novembre. Dopo aver violato, al ribasso, l’importante supporto statico al livello 140,55, le quotazioni hanno continuato ad oscillare al di sotto di esso.
L’impostazione del mercato è decisamente negativa e ci saranno ulteriori spazi di discesa, finché le quotazioni non si riporteranno al di sopra del livello sopra citato, ora diventato la nuova resistenza.
L’inversione di tendenza si avrebbe solo con il ritorno sopra l’area 140,82, per la quale passa anche la media mobile di breve termine.

Mercato Valutario
Continua l’ascesa del cross euro/dollaro. Da segnalare lagiornata di grande volatilità del 27/12, in cui il cross ha toccato un massimo a quota 1,3896
A questo punto è probabile un nuovo tentativo diavvicinamento a quota 1,39.
Un primo segnale di indebolimento del trend si avrebbe,invece, con la rottura del supporto 1,3672. L’eventuale successiva rottura del livello 1,3619 sarebbe un segnale diconferma dell’eventuale inversione di tendenza.

Fonte: Private & Consulting SIM S.p.A.

Articoli Simili

DAX e SP 500 : DAX Supporto intraday intorno a 11254,00

Administrator

DAX e SP 500 : DAX Variabile

Administrator

DAX e SP 500 : SP 500 Pivot point: 2755,00

Administrator