TrendAndTrading.it

PC: Il cambio euro/dollaro è stabile

Borse europee in calo in avvio di seduta, con la possibilità di nuove elezioni politiche in Germania………

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

Dopo oltre quattro settimane di trattative infruttuose, i Liberali hanno abbandonato la trattativa della formazione di un nuovo governo con i Popolari e Verdi, spiegando che non c’è abbastanza terreno comune per raggiungere un accordo. Angela Merkel, che vede ora in discussione la nascita del suo quarto governo, ha dichiarato di preferire un ritorno al voto piuttosto che guidare un esecutivo di minoranza. L’obbligazionario italiano riparte stamane da un tasso del decennale dell’1,79%, e da uno spread sul Bund di 143 punti base, in leggero calo rispetto ai 144 punti della chiusura di ieri. L’appuntamento principale è atteso per domani, con la riapertura del trentennale tedesco agosto 2048; per oggi l’offerta si limita a 1 miliardo di decennali finlandesi, a cui si aggiungono le aste spagnole a breve: fino a 4,5 miliardi sulla scadenze 3 e 9 mesi. Il cambio euro/dollaro è stabile, tratta a 1,1733 da 1,1732 dell’ultima chiusura. Il dollaro/yen viaggia a 112,512 da 11,62. Janet Yellen lascerà anche il proprio posto nella guida della Fed, una volta che il nuovo governatore Powell sarà investito ufficialmente della carica. Il mandato della Yellen come governatore scadrà il prossimo febbraio, ma tecnicamente potrebbe continuare a sedere nel board fino al 2024.

Ftse/Mib

A Piazza Affari l’indice Ftse Mib segna un -0,19% 22.147 punti. Tra le banche scendono Banco Bpm (-0,29% a 2,74 euro), Bper Banca (-0,29% a 4,176 euro) e Intesa Sanpaolo (-0,29% a 2,76 euro); meglio per Mps (+0,88% a 4,146 euro) dopo l’annuncio che l’offerta di scambio ai risparmiatori retail per lo scambio delle azioni Mps rivenienti dalla conversione dei bond Upper 2018 in bond senior Mps si è conclusa con le adesioni pari all’83,47%. Quanto a Banca Carige (sospesa al rialzo con un +28,15% teorico), Algebris, Credito Fondiario e alcuni hedge fund parteciperanno all’aumento di capitale. Positiva anche Telecom Italia (+0,29% a 0,685 euro); ieri il ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda, all’uscita del colloqui con il Ceo del colosso Tci ha detto che è stato un incontro costruttivo. L’Ad, Genish, ha parlato di progressi nel piano industriale di Ti.

Commodities

Il prezzo del greggio inizia la settimana sulla difensiva, al ribasso; il calo delle aspettative di una proroga dei tagli alla produzione Opec e i timori per l’aumento della produzione Usa pesano sul sentimento. I trader hanno affermato che stanno evitando di prendere nuove posizioni lunghe, in vista del vertice Opec in agenda a fine mese. L’accordo per i tagli alla produzione scadrà a marzo 2018. Nella giornata di Ieri, i Future del greggio scendevano di 26 centesimi, a 56,45 dollari al barile; mentre il Brent si attestava intorno ai 62,29 dollari al barile. Nella giornata odierna, il prezzo del greggio ha ripreso a salire, in un mercato dove continuano a scontrarsi tendenze opposte.  

 

Fonte: Trendandtrading.it – Private & Consulting SIM SpA

Articoli Simili

DAX Tendenza al rialzo sopra 12835,00

Administrator

DAX Consolidamento. Pivot point 12730,00

Administrator

DOW JONES breve e medio lungo periodo 18 Ottobre 2019

Administrator