TrendAndTrading.it
Image default

PC: il cambio Euro-Sterlina si è indebolito fino a tornare in area 0,84

Performance Settimanali

La situazione tecnica delle borse europee rimane contrastata. Dopo la brusca flessione della scorsa settimana i principali indici azionari hanno infatti tentato un difficile rimbalzo tecnico..….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


che si è tuttavia arrestato al di sotto di importanti resistenze grafiche.

Prevale la cautela a Piazza Affari, nella giornata in cui la Giunta per le immunità del Senato per l’esame della decadenza di Silvio Berlusconi da senatore. L’indice Ftse Mib continua a oscillare attorno ai valori della vigilia. Poco mossi anche gli altri listini europei, mentre Tokyo ha chiuso in deciso rialzo (+2,5%), dopo la decisione di attribuire le Olimpiadi 2024 alla capitale giapponese. Intanto è testa a testa fra i rendimenti dei titoli decennali italiani e spagnoli, separati soltanto da 2 centesimi. Lo spread Italia-Germania si conferma a quota 255.
Intanto dalla Cina sono arrivate indicazioni positive sotto l’aspetto dell’inflazione e dell’export, che segnalano una stabilizzazione economica e che hanno contribuito a sostenere i listini asiatici. In chiave italiana occorrerà attendere le aste del Tesoro di domani (BoT per 11,5 miliardi) e mercoledì (BTp).

Ftse/Mib

La struttura grafica di breve periodo del mercato italiano appare contrastata. Il Ftse Mib è infatti rimbalzato da quota 16.500, ma ha trovato un duro ostacolo in area 17.050-17.080 punti, presso cui transita la linea inferiore del canale ascendente di medio periodo. Una dimostrazione di forza si avrebbe con il superamento di tale livello in chiusura, e questa situazione favorirebbe un allungo verso la successiva barriera posta a 17.300 punti (tratteggiata in blu in figura). Si ipotizzano nuove discese alla rottura del supporto posto a 16.550 punti, con proiezioni teoriche a 16.325 punti, prima, e a 16.000 punti, successivamente.

Mercato Obbligazionario

Indipendentemente dalla volatilità che sta caratterizzando il mercato azionario internazionale, le quotazioni del BUND rimangono decisamente impostate al ribasso.
Infatti, si trovano ben al di sotto sia della trendline discendente tracciabile dal massimo dello scorso luglio a quota 142,37 che della propria media mobile a 25 daily.
Nel breve termine è possibile ipotizzare un rimbalzo fino alla resistenza posta in area 139 punti, superata la quale si potrebbe assistere ad una improbabile inversione di tendenza. Altrimenti, è più facile prevedere l’estensione di questa attuale fase di lateralità, per poi attendersi la continuazione del trend ribassista in un’ottica di medio/lungo periodo: il primo target individuabile si trova sul supporto di 135,30 (minimo relativo del marzo 2012), mentre quello successivo è costituito dal triplo minimo realizzato nell’autunno del 2011 in area 133.

Mercato Valutario

Come avevamo ipotizzato nell’analisi del 19 agosto, il cambio Euro-Sterlina si è indebolito fino a tornare in area 0,84.
Il supporto ha contenuto la discesa dell’Euro e permesso di individuare ora una possibile area di trading range compresa tra 0,84 e 0,88.
Se la moneta unica europea riprenderà forza, dovrebbe riportarsi nella parte superiore di quest’area di lateralità, cioè oltre 0,86. Al contrario, se il supporto di 0,84 dovesse cedere ad un nuovo attacco potremmo assistere ad una nuova accelerazione ribassista fino al successivo supporto di area 0,815.

Commodities

Un’altra settimana di indecisione per il metallo giallo. I prezzi hanno incontrato un forte livello di resistenza in area 1.400 Dollari, e come previsto risulta difficile da superare. I livelli di supporto sono invece in area 1.340-1.320 Dollari l’oncia.

 

Fonte: RBS

Articoli Simili

NIKKEI… 13 Novembre 2018

Administrator

DAX e S&P 500 : DAX Target 11205,00

Administrator

Ancora la Media Mobile Semplice (SMA) 200

Administrator