TrendAndTrading.it
Image default

PC: il petrolio torna a correre

Borse europee positive,……

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

con i mercati che tentano di recuperare parte del terreno perso ieri anche se restano alte le tensioni legate alle misure protezionistiche previste dall’amministrazione Usa. Oggi prende il via il comitato di politica monetaria della Fed, il cui esito si conoscerà domani alle 19:00 ora italiana. Scontato un rialzo di un quarto di punto del costo del denaro. I riflettori saranno però puntati sulle aspettative sui tassi dei membri del board che potrebbero spostarsi verso quattro rialzi quest’anno, come il mercato ha cominciato a scontare, rispetto ai tre prospettati al meeting di dicembre. Sul fronte macroeconomico, il primo appuntamento di rilievo della giornata sarà la pubblicazione dell’indice Zew sulla fiducia del sistema finanziario tedesco, mentre nel pomeriggio l’attenzione degli operatori si sposterà sull’avvio della due giorni di vertice della Federal Reserve statunitense. In Giappone, intanto, la Borsa di Tokyo ha chiuso la terza seduta consecutiva in calo con i tecnologici penalizzati dal caso della gestione dati personali su Facebook, ieri in calo a Wall Street, con lo stesso Ceo del social network con base a Menlo Park, California che ha visto il suo capitale scendere di 4,9 miliardi di dollari in poche ore. A pesare è lo scandalo di Cambridge Analytica e le pressioni delle autorità americane e inglesi su Mark Zuckerberg.

Ftse/Mib

A Piazza Affari il FTSE MIB si muove così sopra la parità, in linea con gli altri listini continentali. Tra i titoli milanesi a maggiore capitalizzazione, si mettono in evidenza Buzzi Unicem, Saipem e A2a, quest’ultima nel giorno dell’annuncio dei conti 2017 e dell’aggiornamento del piano industriale. Eni spunta un progresso dello 0,52% a 14,01 euro, Saipem dello 0,86% a 3,28 euro e Tenaris, di cui Barclays ha alzato il target price da 41 a 43 dollari, dello 0,63% a 14,40 euro. Mentre Cnh Inudustrial scivola a quota 10,57 euro (-1,63%) dopo che il ceo Richard Tobin ha annunciato le sue dimissioni dal 27 aprile prossimo. A Derek Neilson l’interim per il suo incarico. In lieve rialzo Tim (+0,20% a 0,8132 euro) con Stefano Siragusa, appena nominato chief infrastructures officer, oppure l’ex ambasciatore Giovanni Castellaneta che potrebbero rilevare le deleghe rimesse da Giuseppe Recchi su sicurezza e Sparkle, entrando in cda al posto di un rappresentante Vivendi tra Hervé Philippe o Frédéric Crepin. Positive anche le banche, con Banco Bpm e Banca Pop Er, mentre perde terreno Cnh Industrial. 

Commodities

Dopo una giornata di “pausa”, il petrolio torna a correre sull’onda delle tensioni geopolitiche e di un razionamento dell’offerta dell’America Latina. In rialzo il prezzo del petrolio: il future maggio sul Wti sale dello 0,87% a 62,67 dollari al barile, mentre l’analoga consegna sul Brent guadagna lo 0,68% a 66,50 dollari. A sostenere il greggio, anche nella giornata di ieri, in cui hanno prevalso i realizzi, sono le tensioni geopolitiche fra Arabia Saudita ed Iran sul tema del nucleare, dopo che il principe saudita Mohammed bin Salman ha minacciato che svilupperà le armi nucleari se il Teheran andrà avanti con il suo progetto. Frattanto, il Principe è atteso proprio in questi giorni alla Casa Bianca per discutere con Trump di questa ed altre tematiche.

Fonte: Trendandtrading.it – Private & Consulting SIM SpA

Articoli Simili

La Formula 1 ed il bonus malus auto

Administrator

DAX e SP 500 : DAX Tendenza al rialzo sopra 10890,00

Administrator

DAX e SP 500 : DAX Rialzo limitato

Administrator