TrendAndTrading.it

PC: La Fed si prepara alla riduzione del bilancio

Atteso un avvio di settimana con rimbalzo per i listini azionari europei. Bene anche le borse dell’Asia-Pacifico, mentre Tokyo è rimasta chiusa per festività…….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

Ottima chiusura con record anche a Wall Street venerdì scorso: il Dow Jones è salito dello 0,3% portando al 2,2% il guadagno settimanale. L’S&P 500 è aumentato dello 0,2% toccando un nuovo picco e il Nasdaq Composite dello 0,3%. Questa settimana gli investitori rivolgeranno la loro attenzione sulle Banche Centrali, visto che si riuniranno sia la Federal Reserve (mercoledì) che la Banca del Giappone (giovedì). Anche se sembra ormai scontato che non rialzerà i tassi d’interesse, la Fed si prepara alla riduzione del bilancio, mentre gli operatori leggeranno con attenzione il comunicato e ascolteranno le parole del presidente, Janet Yellen, alla ricerca di eventuali segnali sul prossimo rialzo dei tassi di interesse. Nel frattempo, a cinquant’anni esatti dalla sua fondazione, la storica testata di musica e cultura alternativa, Rolling Stoneè, è in vendita. Un passaggio storico, la cessione della rivista, dopo che lo scorso anno era già stato ceduto il 49% a una start-up di Singapore, BandLab Technologies, controllata da Kuok Meng Ru, il discendente di una della famiglie più ricche dell’Asia. 

Ftse/Mib

Piazza Affari ha aperto positiva (Ftse Mib +0,25%) dopo il nuovo record di venerdì segnato dal Dow Jones (+0,29% al massimo storico di 22.268,339 punti). Bene anche le altre piazze europee: a Francoforte il Dax sale dello 0,65%, a Londra il Ftse è positivo dello 0,42%, a Parigi il Cac 40 scambia a + 0,30%, a Madrid l’Ibex35 si trova a +0,42%. Corrono Telecom Italia (+3,01% a 0,8035% alle ore 9:35) e Fca (+1,51% a 14,09 euro). Bene le banche, in rialzo medio dello 0,5% (Intesa, Unicredit, Uni, Banco Bpm). Eni invece è in calo dell’1,74%: oggi il colosso petrolifero stacca l’acconto sulla cedola di 0,4 euro per azione. Intanto, Pirelli, lo storico marchio di pneumatici, si prepara al ritorno a Piazza Affari; la Consob ha approvato la pubblicazione del prospetto informativo. Per ammontare raccolto (2,2-2,9 miliardi di euro), secondo i dati di Dealogic, si tratta della più grande ipo del 2017 a livello europeo e della seconda a livello globale dietro a Snapchat. Quanto alle valute, la sterlina ha accelerato al rialzo venerdì scorso. Il rally è stato consistente ma per gli analisti di Ing dovrebbe essere terminato. Il cambio sterlina contro dollaro è arrivato fino a 1,36 nel fine settimana e tratta ora a 1,3590. In attesa della riunione della banca centrale Usa, l’euro tratta sopra quota 1,19 dollari. Alle ore 8:00 il cambio è a quota 1,194 dollari.

Commodities

I prezzi del petrolio in leggero aumento, con rialzi dello 0,2% circa. Il contratto del greggio West Texas Intermediate con consegna ad ottobre si attesta a 49,84 dollari al barile, non lontano dal massimo di quattro mesi di ieri di 50,49 dollari.  Il greggio brent con consegna ad ottobre sull’ICE Futures Exchange di Londra è scambiato a 55,48 dollari al barile, staccandosi dal massimo di cinque mesi della seduta precedente di 55,98 dollari. l’Agenzia Internazionale per l’Energia ha reso noto che le scorte di greggio globali sono scese per la prima volta in quattro mesi ad agosto ed ha rivisto al rialzo le previsioni sulla domanda di greggio per il 2017 a 1,6 milioni di barili al giorno dalla stima di luglio di 1,5 milioni.  

 

Fonte: Trendandtrading.it – Private & Consulting SIM SpA

Articoli Simili

DAX Tendenza al rialzo sopra 12835,00

Administrator

DAX Consolidamento. Pivot point 12730,00

Administrator

DOW JONES breve e medio lungo periodo 18 Ottobre 2019

Administrator