TrendAndTrading.it

PF: Settimane interessanti quelle appena trascorse per la tecnica Long Term

42 MONETE

Settimane interessanti quelle appena trascorse per la tecnica Long Term. Quattro trade consecutivi andati a segno per una percentuale complessiva poco sopra il 7%. A volte succede che per qualche tempo, in assenza di trend strutturati, si resti in attesa di buone occasioni di trade. Ma quando il periodo è fertile come quello che stiamo vivendo in questi mesi bisogna restare concentrati sul mercato per cogliere le discrete….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Situazione diametralmente opposta invece, per quanto riguarda il Dollaro australiano che mostra una forte debolezza. Oggi, andrò a fare un’analisi di contesto proprio sull’AUD, quindi sarà un articolo un po’ diverso dal solito, ma credo possa dare buoni spunti operativi di trading nei prossimi giorni


occasioni offerte dal mercato. Il consiglio che spesso ripongo nei miei corsisti è quello di sfruttare i saltuari tempi morti insiti nella tecnica per studiare ed allenarsi, ma quando è tempo di agire bisogna lavorare. Ora, in presenza di molteplici tendenze, ci troviamo in uno di quei momenti e quindi ci dedicheremo allo studio quando verrà il momento. Per ora abbiamo il compito di fare trading. Passiamo quindi in rassegna alcuni grafici perché per la settimana entrante possiamo aspettarci ancora qualche possibilità.

EURUSD:

Il cambio respinge con decisione il livello 1.3000 ed offre sul grafico daily una discreta pin. Sul medio/breve periodo non abbiamo una tendenza ben definita a ribasso anche se il prezzo si trova sui minimi di oltre quattro mesi di contrattazioni. Anche se a livello tecnico non abbiamo un setup di ingresso consono alla strategia LT ci sarebbero spunti interessanti per chi lavora sui livelli di prezzo. Sono ben visibili infatti sul grafico le due shadow che testano il livello tondo per poi rimbalzare. La EMA21 inoltre offre resistenza ai prezzi e quindi le possibilità di ingresso a mercato potrebbero esserci.

GBPUSD

Interessante situazione dal Cable. Il grafico a quattro ore presenta un buon trend ribassista nato dalla rottura della trend line che sorreggeva la correzione del movimento ribassista che ha portato il major a cedere tredici figure in due mesi di contrattazioni. Nel ciclo ribassista in corso il ritracciamento ha portato il prezzo a sfiorare il 50% di Fibo lasciando sul grafico una quasi-pin. Per me non è ancora il momento di entrare a mercato ma un segnale candlestick poco più sopra sarebbe un bellissimo trade da non lasciarsi scappare.

NZDUSD

Trova finalmente supporto il Kiwi dopo un deciso crollo in quota 0.8050 che per il momento sembra resistere. Le giornate appena trascorse hanno trascinato il prezzo all’interno di un range che potrebbe dimostrarsi una distribuzione per una nuova fase di vendite, in scia alle ambizioni di Sidney di deprezzare la valuta australiana. Se così dovrebbe essere le prime opportunità di partecipare al trend ribassista saranno proprio in zona 0.8050 se dovesse essere testato come resistenza.

USDJPY

Nelle ultime settimane si è vociferato di un eventuale problema tecnico per la BOJ nel proprio progetto di continuare a stampare valuta per ridurre la deflazione e tentare un’estrema uscita dalla crisi finanziaria che affligge la regione da circa un ventennio. Se in un primo momento da Tokyo il messaggio era stato ben ricevuto dal mondo finanziario internazionale, pare oggi che le cose potrebbero non essere così semplici.

Queste sono le informazioni che arrivano dai media e dai cosiddetti esperti. Per noi invece, analisti tecnici, conta la legge del grafico che è per noi l’unica fonte di informazione a livello operativo. Il grafico daily del cambio infatti, manifesta ancora una decisa tendenza rialzista, un massimo con successiva correzione, e un livello di supporto che presto potrebbe essere raggiunto. Per questo, al di la di ogni notizia che potesse arrivare dall’esterno, un segnale d’ingresso in zona 100.00 sarà il mio punto di partenza per riprendere la partecipazione alla svalutazione dello YEN.

Fonte: Trendandtrading.it – ProfessioneForex

Articoli Simili

EUR USD Continuazione del rebound Pivot point 1,1035

Administrator

EURO DOLLARO medio/lungo periodo 11 Settembre 2019

Administrator

EUR USD Target 1,1015 Pivot point 1,1065

Administrator